(ASI) Fa scalpore la situazione che si e' creata in casa Lazio - Fa scalpore, ma soprattutto fa' riflettere......Le dimissioni di Edy Reja (e' la seconda volta che il tecnico friulano le presenta dall'inizio della stagione) sembrano questa volta irrevocabili...........-

 Nonostante il tecnico abbia seguito la squadra nella gara di ritorno con l'Atletico Madrid, le dimissioni non sono state revocate, ma a dire il vero non sono state nemmeno respinte dal presidente Lotito, che la prima cosa di cui si e' preoccupato e' stata quella di trovare un sostituto, contattando De Canio, e prima ancora, pare anche l'ex ct Marcello Lippi...............Sinceramente il comportamento di Lotito, fa riflettere.... - Rumors, provenienti dall'ambiente laziale, dicono che alla base della decisione di Reja ci sia il rapporto non idilliaco con il DS Igli Tare - Delle sue ingerenze sulla conduzione tecnica della squadra, spesso condivise dal patron biancolceleste - Basta ricordare le frecciate indirizzate al tecnico dopo la sconfitta della Lazio a Palermo .- Reja non ne puo' piu'.........perche' non capisce come sia possibile, che il miracolo che lui sta realizzando (il 3° posto in classifica) non venga considerato niente e addirittura sia ritenuto "come normale" ( visto l'organico della Lazio, e visto soprattutto il mercato di Gennaio, dove anziche' rinforzare, la squadra e' stata indebolita(vedi le cessioni di Sculli, Cisse'...) - Sinceramente non si capisce cosa pretenda Lotito...............dato che dopo aver venduto Cisse' ha pensato di sostituirlo con Alfaro.......mentre ha comprato all'ultimo secondo Candreva, che e' un doppione di Hernanes-

Fa scalpore anche la situazione che sta vivendo l'Inter, con in prima linea il presidente Moratti, che per mettere un po piu' di benzina sul fuoco (tanto lui la paga poco.......) ha dichiarato nelle ultime ore che "proviamo ad andare avanti con Ranieri poi si vedra'...." devo dire non male per il tecnico romano.......un bel fiorellino all'occhiello..... - Dopo " il triplete", Moratti ha cambiato, in appena un anno e mezzo 4 tecnici: Benitez, Leonardo, Gasperini e Ranieri - Contemporaneamente , cioe' nello stesso periodo, ha venduto Eto'o, Pandev , Tiago Motta (Materazzi ha lasciato per limiti d'eta') e in compenso ha comprato : Coutigno(di cui si sono perse le tracce..) Obi, Castaignos, Ranocchia, Pazzini, Nagatomo, Zarate, Alvarez, Forlan - di questi, in pratica nessuno e' diventato titolare inamovibile, perche' ogni tecnico, nei momenti di difficolta', ha finito sempre per affidarsi ai senatori (quelli appunto del triplete) - Forse il sig Moratti dovrebbe riflettere sul fatto che le nozze con i fichi secchi non si possono fare, e che e' molto piu' semplice cambiare un allenatore piuttosto che comprare dei campioni veri per i quali servono investimenti importanti e bisogna "scucire la borsa" - Per il momento Ranieri "porta pazienza" ma non ci sarebbe nulla da stupirsi se fosse lui a lasciare, prima del probabile esonero da parte della Societa' -

L'ultima riflessione riguarda la conferma delle tre giornate ad Ibrahimovic - definita come "un grave errore giuridico" da parte dei dirigenti rossoneri - Sinceramente sul significato delle parole, ultimamente , non si capisce piu' niente....credo che Zingarelli o Devoto-Oli, cito a memoria e chiedo scusa a tutti gli altri...dovranno rivedere presto il vocabolario perche'....... perche' uno schiaffo e' diventato un buffetto...............uno che nel giro di un anno, ha menato 3 volte, ha un animo buono..................che difende i compagni dalle ingiustizie ed e' da ascrivere a novello Robin hood..... - Credo che ci sia bisogno di maggiore obiettivita', e che non si puo' sempre e comunque difendere il proprio orticello...............se un giocatore sbaglia bisogna dirlo......non va difeso ad oltranza.... e addirittura, va multato dalla stessa societa' di appartenenza, come faceva un certo Boniperti, che non esito' a mandare Longobucco in serie B, perche' reo di aver dato un cazzotto a Gorin, proprio un ex rossonero.... -