×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113

Continua a vincere e volare la celestiale Lazio di Edy Reja. Il club biancoceleste si è imposto con il punteggio di 2 a 1 contro un Cagliari guerrigliero e da oggi fanalino di coda. Le reti di Floccari e di Mauri hanno consentito ai capitolini di consolidare il primato in classifica. I sardi, dopo aver accorciato le distanze con lo stupendo colpo di testa di Matri, hanno provato ad agguantare almeno un punticino. Troppo forti in questo periodo i calciatori della Lazio, meritatamente al comando del torneo, posizione assolutamente impensabile ad inizio stagione.  L'ottava giornata di serie A si è rivelata positiva anche per il sorprendente Lecce, vittorioso in casa contro un Brescia mai domo, portatosi per primo in vantaggio grazie al gol di Caracciolo. Nella ripresa, i salentini hanno letteralmente schiacciato gli avversari, travolgendoli nel giro di sei minuti con le realizzazioni del nigeriano Edward Ofere e del ritrovato David Di Michele, autore di un'ottima prestazione macchiata da un errore dagli undici metri. Dopo un avvio di campionato convincente, il Cesena ha perso, giornata dopo giornata, quella grinta e quella lucidità ammirata soprattutto nelle prime due partite contro Roma e Milan. La truppa di Ficcadenti è andata ad impattare nella quarta sconfitta stagionale, permettendo così al Chievo Verona di conquistare uno strepitoso quarto posto. I gialloblù di Stefano Pioli hanno vinto 2 a 1, andando a segno con Bostjan Cesar e Thereau, quest'ultimo autore del gol della vittoria al minuto numero 93, dopo che l'autorete di Guana sembrava aver fissato il punteggio sull'1 a 1. E' terminata senza reti la sfida al "Dall'Ara" tra il Bologna e la Juventus. I piemontesi hanno fallito, nel primo tempo, un calcio di rigore calciato da Vincenzo Iaquinta. Vince di misura il Genoa contro un Catania tecnicamente inferiore. La rete decisiva è stata realizzata dal sempreverde Marco Rossi. Grande successo dell'Udinese di Guidolin nei confronti di un Palermo, sua ex squadra, entrato in partita solamente dopo l'espulsione friulana di Coda. La seconda marcatura in serie A di Benatia e il rigore trasformato da Di Natale, hanno regalato ai bianconeri il decimo punto in campionato. Ai rosanero non è bastato il terzo sigillo stagionale di Pinilla. Infine, nel match delle 12.30, Parma e Roma non sono andate oltre lo 0 a 0.