×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113

(ASI)  La morsa del gelo attanaglia l'Italia.............., pare che la stessa cosa sia successa una trentina d'anni fa' (1985) -

Ma nonostante il freddo siberiano.....................il mondo del pallone e' piu' che mai caldo.... quasi bollente................per le polemiche sorte proprio a causa del freddo (che ha determinato il rinvio di numerose partite) e per quelle arbitrali (Mazzarri ha sparato alto e forte................) e il povero.Baggiani..... (l'assistente dell'arbitro Damato di Lazio- Milan) e' stato crocefisso , seduta stante, per non aver fatto assegnare il calcio di rigore al Milan - Ma il mondo del pallone e' in ebollizione anche per la decisione dei Saggi incaricati dal CONI, che proprio in questi giorni hanno sentenziato che spetta ai Consigli Federali "la competenza" per decidere sull'assegnazione o revoca dei Titolii....... riaprendo la ferita di FARSOPOLI 2006..........e il presidente Agnelli non si e' lasciato scappare l'occasione,,,,,,,,e a domanda precisa di un giornalista , su cosa toglierebbe all'Inter ha semplicemente risposto: niente, perche lo scudetto del 2006, era gia nostro................. - L'unica cosa positiva che questa ondata di gelo ci ha portato, e' quella che dopo tanti anni (vi ricordate di "tutto il calcio minuto per minuto", ai tempi di Barendson e Sandro Ciotti ?) si ritornera' a giocare una giornata di campionato con tutte le partite alla stessa ora (l'unica eccezione sara' Genoa-Lazio, che verra ' anticipata alle 12,30) - Una sorta di amarcord, in barba alle televisioni e grazie al freddo..............) - Per scivolare.........un attimo sul discorso tecnico, pare che a Milano, zona Milanello, tiri un'aria un po' bruttina...........gli strascichi per la sconfitta con la Lazio, davvero preoccupante per il non gioco espresso dai rossoneri, continuano ad essere pesanti.............. e i rumors che provengono dallo spogliatoio non sembrano tutti in sintonia con la rotta tracciata da mister Allegri, che in settimana si e' dovuto sgolare, non poco, per tenere la truppa sotto controllo - E' un momento decisivo per il Milan (Sandro Ciotti avrebbe detto "topico"), perche' se dovesse perdere altro terreno dalla Juve prima dello scontro diretto, allora le carte in tavola, per quanto riguarda lo scudetto, cambierebbero di molto.................Il Milan, era convinto, di poter comandare la classifica e di poter allungare sulle rivali, proprio in questo periodo di pausa della Champions League - Ma lo straordinario cammino tenuto fino ad ora dai bianconeri, ha scombussolato tutti i piani del Diavolo - Inoltre, una sorta di idiosincrasia agli scontri diretti (il Milan nei 7 scontri diretti ha raccolto solo 5 punti) hanno fatto il resto.......................-Ancora una volta e' tornato "sul banco degli imputati" il grande Ibra , a detta di molti e anche di chi scrive, formidabile contro avversari di caratura medio/bassa, e non proprio decisivo contro avversari dello stesso livello, o addirittura di livello internazionale.............il dibattito e' aperto.......al tempo, e alla fine del campionato..........l'ardua sentenza - alla prossima......................