(ASI) Pregevole iniziativa delle squadre che si affronteranno all'Olimpico di Roma domenica, Lazio e Parma, per superare quelle distanze che separano il tifo dal pianeta calcio.

 Le due compagini, infatti, indosseranno una maglia con il logo della Fondazione "Gabriele Sandri", il tifoso laziale ucciso nel novembre 2007 da un poliziotto.

"L'iniziativa mette in evidenza il rapporto di collaborazione e personale con la famiglia Sandri per far sì che quella morte costruisca un monito per tutti e per evitare che si ripetano tragedie di quel genere. Come Lazio era doveroso, per il legame che ci lega, dare disponibilità al marchio della fondazione che deve esser veicolata a livello mediatico. Contrariamente a quanto detto abbiamo sentimenti di grande sensibilità e apprezzamento per quello che la famiglia sta facendo. Quel giorno feci un appello dicendo che era morto un nostro familiare" ha dichiarato il presidente della Lazio Claudio Lotito nel corso della presentazione della maglia con il logo della fondazione personalizzata con il numero 81 e il nome Sandri al centro sportivo di Formello.

La prima partita dopo la morte di Sandri fu un Lazio-Parma, proprio come quello che andrà in scena domenica. "È una pura coincidenza - ha spiegato Cristiano - ma per chi crede in alcuni segni, è importante. Ancora ricordo benissimo Firmani che segnò allo scadere e corse sotto la curva Nord, sotto l'immagine di Gabriele. Siamo ancora più felici che possa esser quella partita". E sulla targa a Badia al Pino: "L'11 novembre saremo lì ad apporre la stele con la frase 'In ricordo di Gabriele Sandri, cittadino italiano'. La società Autostrade dovrebbe scogliere in queste ore le ultime riserve".

Sulla maglia del Parma, invece, sarà presente un logo celebrativo delle fondazioni Onlus Bagnaresi (tifoso parmigiano scomparso anch'egli tragicamente) e Sandri. Da rilevare che parteciperà all'iniziativa anche la Triestina, compagine di serie C1.