(ASI) Appuntamento con la vittoria ancora rinviato per la Roma di Luise Enrique, al suo secondo pareggio consecutivo. Dopo lo 0-0 di Milano, i giallorossi non sono riusciti ad andare oltre l'1-1 in casa contro un ottimo Siena, capace di rimontare, a pochi minuti dal termine del match, lo svantaggio iniziale.


ROMA-SIENA 1-1 - La prima occasione degna di nota è costruita da un Siena tutt'altro che intimorito. Brienza scalda i guantoni di Lobont con un colpo di testa insidiosissimo. Pochi minuti dopo è Borriello a provarci da buona posizione: il suo tentativo finisce out.

Al minuto numero 25 la Roma passa in vantaggio. L'ex bomber di Milan e Genoa offre ad Osvaldo la possibilità di realizzare il primo gol in maglia giallorossa. I padroni di casa, galvanizzati dalla rete dell'1-0, premono sull'acceleratore, rischiando di tritare l'equipe del sanguigno Sannino. La prima frazione termina comunque senza altri sussulti.

Nella ripresa Gonzalez rivela lo stanco Angelo, mentre per la Roma Gago subentra al posto di un Pizarro non ancora in ottima condizione. Il Siena, rivitalizzato dalla probabile strigliata del mister, ha subito la chance per pareggiare, ma Bolzoni, da posizione favorevole, spreca tutto di testa.

 Pochi minuti dopo l'ex Novara Gonzalez esalta le doti del biondo Kjaer, autore di un salvataggio micidiale sulla linea. La beffa è nell'aria e puntualmente arriva quando ormai il match sembrava non avere più nulla da regalare. 89esimo minuto: Brienza, il migliore in campo dei suoi, colpisce in pieno il palo, ma sulla ribattuta Vitiello è lesto ad insaccare. Borini (entrato al posto di Borriello) e Osvaldo provano a riportare entusiasmo. Ma ormai è troppo tardi. Il Siena conquista un pareggio meritato che lo proietta a quota 2 (punti) in classifica, gli stessi di una Roma che per cambiare l'inerzia del suo campionato dovrà sudare e lottare ancora molto.