(ASI) Vendette e incroci pericolosi per il finale. 97' minuto Boselli fa impazzire Marassi. Gioia maligna dei genoani e disperazione dei doriani, che dopo aver pareggiato ed essere nel finale in vantaggio numerico con l’espulsione di Mesto, rovinano tutto.

Il Lecce,dopo la vittoria agli ultimi minuti con un gran goal di Chevanton sul Napoli, che deve “accontentarsi” del terzo posto, lasciando all’Inter il secondo (ha vinto 3 a 1 con la Fiorentina), sperava nel sorpasso e tifava Genoa. Il colpo è riuscito e a subire gli effetti di questi risultati a parti invertite sono anche il Catania, matematicamente salvo con la vittoria di Brescia, il quale a sua volta è ormai in serie B. Gioisce dopo il successo di Cagliari pure il Cesena, che consolida l’ottimo finale dei romagnoli, garantendogli la permanenza in A, come anche alle altre due squadre dell’Emilia Romagna, Bologna e Parma, che non si feriscono e si uniscono in una collettiva salvezza. Un solo posto è rimasto per l’Inferno cadetto e ormai è una questione tra Lecce e Sampdoria, che vede però interessantissimi incroci. La Samp troverà di fronte le due squadre che l’anno scorso penalizzò di più, il Palermo, a cui tolse la Champione e la Roma, che buttò via lo scudetto, chissà se vedremo delle vendette sportive? D’altro canto il Lecce, dovrà paradossalmente affrontare il derby con la già retrocessa Bari e a quanto sembra i galletti faranno di tutto per portarsi via i cugini e questa volta la Samp sarà a tifare contro; l’ultima in un possibile incrocio salvezza-Champion il Lecce si scontrerà con la Lazio, e così si vivrà all’interno di questa sfida un derby romano a distanza. Lo spettacolo è assicurato.