×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113

(ASI) Quella di domani pomeriggio contro il Bologna sarà una sfida importantissima. Dopo le ottime prove contro, Lazio e Napoli, i granata devono tornare a fare punti in casa. Se lo scorso anno il Toro di Ventura era una schiacciasassi in casa e fuori perdeva di tanto in tanto adesso è l'esatto contrario. Fuori da Torino è imbattuta al Comunale latita. Per tornare a vincere e mettere in cascina tre punti preziosi i padroni di casa devono assolutamente vincere. Anche perché subito dopo il match casalingo ci saranno 4 match, due in casa e due in trasferta, da brivido. A Roma, contro i giallorossi, in casa contro la Fiorentina, a Venaria contro la Juventus e infine l'8 dicembre Torino - Milan.

La sfida tra granata e rossoblu, domani, sarà anche uno scontro tra ex. Nelle fila dei padroni di casa gioca Gillet, portiere che in un solo anno ha lasciato un eterno e profondo rispetto nei tifosi bolognesi, nell'altra squadra in formazione c'è Acquafresca (che però sarà indisponibile), eterna promessa del settore giovanile torinista, che purtroppo non è mai più tornato a casa.

I pericoli maggiori per i padroni di casa saranno le punizioni dell'azzurro Diamanti e dell'Under 21 Gabbiadini. Il bomber sarà Gilardino, da fare molta attenzione ai tiri da fuori di Taider, in gol contro la Juve.

Le formazioni sono ancora in dubbio ma dovrebbero essere così formate:

TORINO (4-2-4): Gillet; Darmian, Glik, Rodriguez, D’Ambrosio; Basha, Gazzi, Cerci, Bianchi, Sansone, Stevanovic. Squalificati: nessuno. Indisponibili: Suciu.

BOLOGNA (3-4-1-2): Agliardi; Antonsson, Sorensen, Cherubin; Garics, Perez, Taider, Abero; Diamanti; Gabbiadini, Gilardino. Squalificati: Portanova. Indisponibili: Natali, Carvalho, Acquafresca, Gimenez.

ARBITRO: Gervasoni (lo scandalo di Catania-Juventus si ripercuoterà sulla sua direzione? )

 

Amedeo Baratta- Agenzia Stampa Italia