GRASIGiornale Radio ASI del 23 ottobre 2020

L'informazione mondiale in un clic.
A cura di Marco Paganelli

 

Un saluto dalla redazione del Gr Asi, in studio Marco Paganelli.

Emergenza Covid. Il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, ha chiesto oggi al governo italiano un lockdown nazionale, specificando  che in ogni caso la Regione “si muoverà in questa direzione a brevissimo", chiudendo tutte le attività, eccetto quelle legate  ai settori dell’ industria, agricoltura, edilizia, agro-alimentare e trasporti. Il premier Giuseppe Conte ha ribadito il proprio impegno volto ad evitare un confinamento generalizzato. Saranno sospese, da lunedì prossimo intanto, le attività scolastiche in Calabria e riprenderanno solo quelle a distanza. I cittadini rispettino le limitazioni alla propria libertà. La situazione è drammatica, ha detto il governatore della Lombardia Attilio Fontana.

Andiamo all’estero.

Il numero reale dei malati di Coronavirus, in Spagna, è di 3 milioni. Lo ha annunciato, nelle ultime ore, il leader di Madrid Pedro Sanchez, specificando però che la situazione attuale non è così grave come lo era quella di marzo.

Torniamo in Italia.

Giornata positiva a Piazza Affari. L’indice Ftse Mib, della Borsa di Milano, segnava alle ore 14:32 di oggi un rialzo dell’1,33% a 19.330 punti.

Per il momento è tutto, grazie per l’ascolto, ci risentiamo nel prossimo appuntamento del Gr Asi.

 

Nota. ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati rappresentano pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. Il nostro intento è di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente invitiamo i lettori ad approfondire sempre l'argomento o gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione