GRASIGiornale Radio ASI del 18 luglio 2020

L'informazione mondiale in un clic.

A cura di Marco Paganelli

 

Un saluto dalla redazione del Gr Asi, in studio Marco Paganelli.

Seconda giornata di trattative, a Bruxelles, dei capi di Stato e di governo dell’Unione europea in merito a Reccovery Fund, il piano di aiuti da 750 miliardi di euro per consentire alle economie di superare la crisi scaturita dall’emergenza legata al Coronavirus. I leader hanno discusso ieri di varie proposte di accordo, ma l’intesa rimane ancora lontana a causa dell’opposizione dei paesi, del nord del vecchio continente come l’Olanda, che vogliono riforme strutturali in cambio di aiuti. No di Roma e di altre capitali. La soluzione “è impraticabile perché è fuori dai trattati”, attacca il premier Giuseppe Conte. “La situazione giustifica le eccezioni”, replica il numero uno dell’Aja Mark Rutte.

Torna il blocco totale in Catalogna e in particolare a Barcellona per l’impennata, nelle ultime 24 ore nell’area, dei casi di Covid. Vietati gli assembramenti con più di 10 persone, le uscite notturne e le attività culturali. Chiusi cinema, teatri e discoteche. Aperti bar e ristoranti, ma potranno accogliere clienti solo alla metà delle loro capacità. Attenzione alta non solo in Spagna, ma anche in Italia. L’indice Rt è risalito infatti a quota 1,01 a causa soprattutto dei contagi causati dai malati arrivati dall’estero, nel nostro paese, ha reso noto l’Istituto superiore di sanità nel resoconto settimanale in merito alla pandemia nella penisola.

Francia, un grave incendio è divampato, questa mattina, nella storica cattedrale dei santi Pietro e Paolo a Nantes. Mille pompieri sono sul posto per spegnere le fiamme. Queste ultime“non sono sotto controllo e si stanno sviluppando”, hanno dichiarato i Vigili del fuoco in un comunicato stampa. Le cause del rogo sono sconosciute.

Per il momento è tutto, grazie per l’ascolto, ci risentiamo nel prossimo appuntamento del Gr Asi.