GRASIGiornale Radio ASI del 17 luglio 2020

L'informazione mondiale in un clic.

A cura di Marco Paganelli

 

Un saluto dalla redazione del Gr Asi, in studio Marco Paganelli.
Primo vertice fisico oggi a Bruxelles, dei Capi di Stato e di governo del vecchio continente dall’inizio della pandemia del Coronavirus, in merito agli aiuti del Recovery Fund per superare la crisi generata dalle conseguenze del Covid. “Siamo di fronte a negoziati difficili”, ma l’accordo è possibile, spiega il presidente del Consiglio europeo Charles Michel. “Riguarda il futuro di tutti”, sottolinea il premier italiano Giuseppe Conte. Massimo impegno per trovare un’intesa, promette il numero uno francese Emmanuel Macron. Il leader olandese, Mark Rutte, ammette che le possibilità di superare le divergenze attuali, entro domenica, sono meno del 50% e chiede che gli Stati presentino un piano di riforme in cambio di denaro comunitario. Tale posizione viene condivisa dai paesi del nord.

La Russia ha cercato di rubare, mediante alcuni pirati informatici legati probabilmente ai propri apparati di sicurezza, i segreti delle ricerche di Stati Uniti, Canada e Gran Bretagna in merito al vaccino contro il Coronavirus. L’accusa è stata rivolta dai servizi d'intelligence del National Cyber Security Center. Quest’ultimo ha incolpato la nazione di Vladimir Putin anche di aver influenzato le elezioni parlamentari svolte nel Regno Unito nel 2019. Immediata la replica di Mosca. “Non abbiamo nulla a che fare con tutto ciò”, ha fatto sapere il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov.

Giornata debole a Piazza Affari. L’indice Ftse Mib, della Borsa di Milano, segnava alle ore 11 di oggi un lieve rialzo dello 0,03% a 20.362 punti.

Per il momento è tutto, grazie per l’ascolto, ci risentiamo nel prossimo appuntamento del Gr Asi.