GRASI

Giornale Radio ASI dell' 8 maggio 2020

L'informazione mondiale in un clic.

A cura di Marco Paganelli

 

Un saluto dalla redazione del Gr Asi, in studio Marco Paganelli.

Fase 2 dell’emergenza Coronavirus. Via libera del governo alla richiesta delle Regioni italiane sulle aperture differenziate di tutte le attività dal 18 maggio. "Si procederà – spiega il ministro per gli Affari Regionali - sulla base delle valutazioni che perverranno dal” dicastero della Salute. Francesco Boccia ha aggiunto però che l’esecutivo impugnerà la scelta del Trentino di avviare la ripartenza già da domani.

Primi segnali di distensione tra Cina e Stati Uniti, dopo le tensioni dei giorni scorsi in seguito alle divergenze sull’origine dell’emergenza legata al Coronavirus. I responsabili del commercio di Pechino hanno telefonato, nelle ultime ore, ai loro omologhi americani. Entrambe le parti si sono impegnate per un rafforzamento della cooperazione macroeconomica e di quella sulla sanità pubblica. Si sforzeranno così di creare anche un'atmosfera favorevole per l'attuazione dell’intesa” sul commercio, stipulata a gennaio di quest’anno, tra le due superpotenze. Lo ha reso noto un comunicato del gigante asiatico.

La distensione tra Cina e Stati Uniti ha influito positivamente sulle Borse. Quelle europee hanno aperto, questa mattina, in territorio positivo. L’indice Ftse Mib, di Milano, segnava alle ore 12:28 di oggi un rialzo dell’ 1,06% a 17.341 punti.

Per il momento è tutto, grazie per l’ascolto, ci risentiamo nel prossimo appuntamento del Gr Asi.

 

Nota. ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati rappresentano pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. Il nostro intento è di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente invitiamo i lettori ad approfondire sempre l'argomento o gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione