GRASIGiornale Radio ASI del 22 gennaio 2020

L'informazione mondiale in un clic.

A cura di Marco Paganelli

 

Un saluto dalla redazione del Gr Asi, in studio Marco Paganelli.
Apriamo con gli esteri.
Preoccupazione nel mondo per il dilagare del virus simile alla Sars. Fonti locali riportano che è stata bloccata, mediante il divieto di entrata e di uscita, la città cinese di Whuan che conta 10 milioni di abitanti. Sono saliti intanto a 440 i contagi e a 9 i morti in tutto il paese. La patologia “può propagarsi più facilmente”, fanno sapere le autorità nazionali. Vertice di emergenza oggi dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Il Centro europeo delle malattie infettive ha portato il rischio da “basso” a “moderato”. Allerta a Fiumicino dove sarà misurata da venerdì, tramite scanner, la temperatura corporea dei passeggeri in arrivo dal paese asiatico da cui l’epidemia ha avuto origine. Primi casi nel frattempo anche a Macao, Hong Kong e Stati Uniti. Vertice in teleconferenza, nel pomeriggio, tra i componenti della Commissione Europea per fare il punto della situazione.

Veniamo in Italia.
Vertice oggi a Palazzo Chigi tra Luigi Di Maio e i ministri grillini, dopo le voci di possibili dimissioni del ministro degli Esteri dal ruolo di capo politico del Movimento Cinquestelle. Le indiscrezioni non hanno ricevuto però conferme da fonti ufficiali. “Non mi fa piacere” se il capo della Farnesina lascia la guida della sua realtà politica, ha commentato il segretario del Pd Nicola Zingaretti.

Anche le borse mondiali risentono delle conseguenze negative generate dal virus simile alla Sars, propagatosi dalla Cina in alcune nazioni e che sta creando preoccupazione in tutta la comunità internazionale. L’indice Ftse Mib di Milano segnava infatti, poco dopo le ore 11:20 di questa mattina, un calo dello 0,58% a 23.706 punti.

Per il momento è tutto, grazie per l’ascolto, ci risentiamo nel prossimo appuntamento del Gr Asi.