GRASIGiornale Radio ASI del 30 dicembre 2019

L'informazione mondiale in un clic.

A cura di Marco Paganelli

Un saluto dalla redazione del Gr Asi, in studio Marco Paganelli.
Apriamo con gli esteri.
Raid aereo americano ieri contro cinque postazioni di Hezbollah, milizia filo – iraniana, in Iraq in risposta all’attacco di venerdì scorso, compiuto nella città di Kirkukk, in cui hanno perso la vita alcuni soldati statunitensi. Il bilancio dell’azione di Washington è di 25 morti, di cui 3 della Repubblica Islamica e di una cinquantina di feriti. Minacciata una rappresaglia nei confronti delle basi militari americane in Medioriente. Conferenza stampa dei segretari di Esteri e Difesa, a Mar al Lago, dopo un incontro con Donald Trump. “L’America ha agito contro il gruppo sostenuto da Teheran. Non tollereremo chi minaccia la vita del nostro personale”, ha spiegato il capo della diplomazia d’oltreoceano Mike Pompeo. “Siamo pronti ad attuare, se necessario, nuove azioni”, ha aggiunto il collega del pentagono Mark Esper. Apprezzamento per l’iniziativa dal Barhein. “L’America ha violato la nostra sovranità territoriale accoltellandoci alla schiena”, ha protestato l’esercito di Baghdad. Massima allerta dell’ambasciata Usa, nella capitale, per possibili azioni ostili.

 

Veniamo in Italia.
Il governo non modificherà la riforma pensionistica Quota 100, né il reddito di cittadinanza, nonostante le differenti posizioni nella maggioranza in merito a quest’ultimo. Lo hanno precisato oggi fonti di palazzo Chigi, smentendo la notizia apparsa su alcuni quotidiani.

Giornata negativa a piazza Affari. L’indice Ftse Mib, della borsa di Milano, segnava attorno alle ore 12:30 di oggi un ribasso dello 0,56% a 23.625 punti.
Per il momento è tutto, grazie per l’ascolto, ci risentiamo nel prossimo appuntamento del Gr Asi.