ASI Giornale RadiogGiornale Radio ASI del 10 settembre 2019

L'informazione mondiale in un clic.

A cura di Marco Paganelli

Un saluto dalla redazione del Gr Asi, in studio Marco Paganelli.
Apriamo con la politica.
Fiducia ieri della Camera, con 343 sì e 263 no, al nuovo Governo. Voti a favore del Movimento Cinquestelle, del Pd e di Liberi e uguali. No delle opposizioni. Il premier Giuseppe Conte ha delineato, nel suo discorso programmatico durato un’ora e 25 minuti, i 29 punti che saranno approvati: più misure per famiglie e asili nido, provvedimenti a favore della crescita economica, dei giovani e delle donne. Ha annunciato anche l’istituzione di una banca per il sud Italia, modifiche ai due decreti sicurezza voluti dalla Lega, revisioni progressive delle concessioni autostradali e stop alle trivellazioni. L’inquilino di palazzo Chigi ha assistito al dibattito, a cui ha replicato nel tardo pomeriggio, respingendo le durissime critiche rivolte nei suoi confronti soprattutto dai deputati dei partiti di Matteo Salvini e di Giorgia Meloni. Il professore ha comunicato poi che sarà implementato il Reddito di cittadinanza e aggiunto che il tema della sicurezza non è di competenza esclusiva del Carroccio. La palla passa oggi al Senato, per il via libera definitivo all’esecutivo, dato per scontato anche se qui la maggioranza è più ristretta.

Fratelli d’Italia ha indetto ieri, mentre si teneva il dibattito in vista del voto di fiducia al governo Conte 2, una manifestazione fuori da Montecitorio per chiedere elezioni anticipate impedite dalla formazione della nuova maggioranza Pd - Cinquestelle. 30.000 persone, secondo gli organizzatori, hanno preso parte all’evento senza bandiere di partito, ma con la scritta “Ladri di sovranità”. Presenti la leader Giorgia Meloni, il numero uno della Lega Matteo Salvini e l’esponente di Forza Italia Giovanni Toti. Non c’erano altri componenti del partito di Silvio Berlusconi. Il Cavaliere ha deciso infatti di opporsi all’esecutivo solo in parlamento. Numerose persone hanno denunciato, intanto, di essere state bloccate dalle autorità, non potendo raggiungere così il luogo del corteo. Oscurati i profili Facebook di Casa Pound, Forza Nuova e il sito internet di Agenzia Stampa Italia che ha ripreso le attività nelle prime ore di questa mattina.

Andiamo all’estero.
Rinnovo delle assemblee municipali e regionali, domenica scorsa, a Mosca. Resta al 60% e quindi molto alta, nel complesso del voto amministrativo, la percentuale dei seggi al partito di Vladimir Putin, Russia Unita, nonostante il loro numero sia sceso da 38 a 26. E’ aumentato invece, da 19 a 45, quello delle opposizioni. Crescita quindi per il Partito Comunista, socialdemocratici e indipendentisti.

Torniamo infine in Italia.
Apertura negativa per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib, della borsa di Milano, ha avviato le contrattazioni odierne in calo dello 0,10% a 21.970 punti.

Per il momento è tutto, grazie per l’ascolto, ci risentiamo nel prossimo appuntamento del Gr Asi.