ASI Giornale RadiogGiornale Radio ASI del 2 settembre 2019

L'informazione mondiale in un clic.

A cura di Marco Paganelli

 

Un saluto dalla redazione del Gr Asi, in studio Marco Paganelli.
Apriamo con gli esteri.
Stati Uniti, l’uragano Dorian ha acquisito l’intensità massima, pari a forza 5, diventando uno dei più devastanti degli ultimi tempi. Il suo passaggio ha già creato numerosi danni, nelle isole Abaco, alle Bahamas. Molte sono state le auto sommerse, numerosi i tetti divelti e decine gli alberi abbattuti. Evacuate più di un milione di persone e dichiarato lo stato di emergenza in Florida, Georgia e Carolina. Il presidente americano, Donald Trump, ha invitato a pregare per le popolazioni colpite dalla catastrofe.

Veniamo in Italia.
Settimana decisiva per la formazione del nuovo governo. “Vedo un buon clima di lavoro”, ha assicurato ieri il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, in collegamento con la festa organizzata dal Fatto Quotidiano alla Verisiliana, confermando che si sta discutendo sul programma dell’esecutivo e sottolineando che il tema della scelta dei ministri non rappresenta, al momento, la massima priorità. “Confido di sciogliere positivamente la riserva”, al Capo dello Stato Sergio Mattarella, “tra martedì e mercoledì”, ha specificato. Nuova apertura, intanto, del Pd al Movimento Cinquestelle. Dario Franceschini ha dato ragione, in un tweet a Beppe Grillo, sulla necessità di evitare la presenza di vicepremier. Il Blog delle Stelle ha reso noto, però, che gli iscritti alla sua piattaforma Rosseau voteranno sul quesito: “Sei d’accordo che il Movimento Cinquestelle faccia parte di un Governo,insieme al Partito Democratico, presieduto da Giuseppe Conte?”. “Un governo Pd – Cinquestelle nasce per fare un dispetto all’Italia”, ha attaccato questa mattina, dai microfoni di Radio 24, il leader della Lega Matteo Salvini.

Apertura positiva per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib, della borsa di Milano, ha avviato le contrattazioni odierne in rialzo dello 0,32% a 21.390 punti.

Per il momento è tutto, grazie per l’ascolto, ci risentiamo nel prossimo appuntamento del Gr Asi.