ASI Giornale RadiogGiornale Radio ASI del 26 febbraio 2019

L'informazione mondiale in un clic.

A cura di Marco Paganelli

Un saluto dalla redazione del Gr Asi, in studio Marco Paganelli.
Apriamo con gli esteri.
L’India ha attaccato la zona del Kashmir controllata dal Pakistan, distruggendo un campo di addestramento del’organizzazione terroristica, protetta da Islamabad, a cui Nuova Delhi ha attribuito l’attentato, di due settimane fa, che ha ucciso 40 proprie forze speciali. Il raid di questa notte ha causato, secondo alcune fonti non confermate, la morte di almeno 200 militanti. Il Pakistan ha minacciato di reagire. Entrambi i paesi possiedono bombe nucleari.

 

Il gruppo dei Paesi di Lima, riunito ieri a Bogotà, ha annunciato che il presidente venezuelano, Nicolas Maduro, sarà denunciato al Tribunale Penale Internazionale dell’Aja e al Consiglio dei Diritti Umani dell’Onu per aver distrutto gli aiuti umanitari americani, sabato scorso, entrati sul proprio territorio senza autorizzazione del governo di Caracas. Convocata dagli Stati Uniti, per oggi alle 21 (ora italiana), una riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per fare il punto sulla grave crisi.

Veniamo in Italia.
Voto in Sardegna: operazione di spoglio a rilento. Scrutinate, a distanza di 24 ore dall’inizio, 1830 sezioni su 1840. Christian Solinas è in vantaggio con il 47,81%, Massimo Zedda del centrosinistra è giunto al 32,93%, mentre Francesco Desogus (M5s) è all’ 11,18%. Paolo Maninchedda (Partito dei Sardi) ha ottenuto invece il 3,35%, Mauro Pili (Sardi Liberi) il 2,81%, Andrea Murgia (Autodeterminazione) l'1,82% e Vindice Lecis (Sinistra Sarda) lo 0,59%. “Il centrodestra unito rappresenta una forza politica vincente con le forze autonomiste e sardiste”, ha commentato il neo governatore, ringraziando così gli elettori. “Col vecchio centrodestra non tornerò mai” a livello nazionale, così il vicepremier e numero uno della Lega Matteo Salvini in un’intervista pubblicata oggi da Repubblica.

 

Apertura in ribasso per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib, della borsa di Milano, ha avviato infatti le contrattazioni odierne in calo dello 0,31% a 20.373 punti.

Per il momento è tutto, grazie per l’ascolto, ci risentiamo nel prossimo appuntamento del Gr Asi.