ASI Giornale RadiogGiornale Radio ASI del 28 gennaio 2019

L'informazione mondiale in un clic.

A cura di Marco Paganelli

Un saluto dalla redazione del Gr Asi, in studio Marco Paganelli.
Apriamo con gli esteri.
Jhuan Guaidò ha indetto una manifestazione pacifica, per mercoledì dalle 12 alle 14, a Caracas. Ha chiesto, inoltre, di attuare dimostrazioni di massa, in ogni angolo del Venezuela, per sabato prossimo. Scadrà proprio il 2 febbraio infatti il termine ultimo dato, dall’Unione Europea a Nicolas Maduro, per indire elezioni libere, o Bruxelles riconoscerà ufficialmente l’autorità del giovane leader dell’opposizione. Il Cremlino ha smentito, intanto, l’invio di mercenari russi sul posto per tutelare il Capo di stato eletto in occasione dell’ultimo appuntamento alle urne. Duro monito del consigliere per la sicurezza nazionale americano, John Bolton, che ha minacciato conseguenze se ci saranno attacchi nei confronti dell’autoproclamato presidente trentacinquenne e dei diplomatici di Washington in loco.

Veniamo in Italia.
Matteo Salvini è tornato a parlare questa mattina dei centri di accoglienza dei migranti. “E’ mia intenzione chiudere il Cara di Mineo entro quest’anno, ha annunciato in un’intervista a radio RTL 102.5. Il vicepremier ha ribadito che non ci sono donne e bambini a bordo della nave Sea Watch 3, ferma al largo della Sicilia, sottolineando che il sindaco di Siracusa e i tre parlamentari che si sono recati ieri a bordo non hanno rispettato le norme igienico – sanitarie. Il capo del Viminale ha specificato quindi che gli organizzatori dell’iniziativa “possono portare a terra di tutto e di più”.

Apertura debole per le piazze finanziarie europee soprattutto per le preoccupazioni causate dalla crisi venezuelana che sta generando profonde divergenze in America Latina e tra le grandi potenze mondiali. L’indice Ftse Mib, della borsa di Milano, ha avviato le contrattazioni odierne in calo dello 0,38% a 19.734 punti.

Per il momento è tutto, grazie per l’ascolto, ci risentiamo nel prossimo appuntamento del Gr Asi.