×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113

"Come al solito il governo utilizza due pesi e due misure: per Napoli rimanda alla competenza dell'amministrazione comunale mentre a Palermo e a Catania si fa carico di ripianare i debiti dei gestori dei rifiuti versando centinaia di milioni di euro".
Lo hanno dichiarato Raffaella Mariani e Alessandro Bratti parlamentari del Pd della commissione Ambiente della Camera.
"L'emergenza campana, come avevamo previsto, è ben lontana dalla soluzione. Alla gravità della situazione ambientale - non risolta ma complicata per il passaggio delle competenze all'amministrazione provinciale - si aggiunge l'emergenza sociale che rischia di esplodere per il mancato pagamento degli stipendi (ormai da 4 mesi) a migliaia di operatori del settore. Il clima a Tersigno - proseguono i deputati - è fortemente esasperato dalle vane promesse del presidente del Consiglio che, annunciando una visita e soprattutto risorse per quell'area, ha creato aspettative che non trovano riscontro. Questa è la testimonianza che il piano Bertolaso fondato su proposte che rimarranno sulla carta è servito a distrarre dalla realtà senza risolvere i problemi."
"E' necessario uscire dal circolo vizioso delle continue emergenze E' la fine del miracolo dei rifiuti, problemi come quello di Terzigno non possono essere gestiti con la propaganda per il tornaconto politico. Il ministro dell'Ambiente che fa? Quando si farà carico dei problemi? Serve un tavolo di crisi - concludono i parlamentari del Pd - intorno al quale sedersi con tutti i soggetti coinvolti per affrontare le emergenze del Paese."