Funerale Alessia Augello, avvocato Trisciuoglio per gli indagati; “repressione ingiustificata”

(ASI) “E' così che ormai senza soluzione di continuità prosegue la repressione nei confronti di chiunque abbia osato opporsi alla imperante dittatura sanitaria-finanziaria di controllo sistemico delle masse.

Una repressione ingiustificata che non rispetta nemmeno la pietas, quella latina, nei confronti della morte”. Lo afferma in una nota l'avvocato Nicola Trisciuoglio, già difensore dei leader di Forza Nuova Roberto Fiore e Giuliano Castellino, nonché di Luigi Aronica, Salvatore Lubrano e di Biagio Passaro del Movimento “IoApro” già da tempo scarcerato, e oggi di Giuseppe Meloni, Alessio Mastrangelo e Marco Medici, indagati tra gli altri per il ”presente” alla militante Alessia Augello dopo il funerale. “Il Sostituto Procuratore di Roma Erminio Carmelo Amelio ha aperto un procedimento a carico loro per riorganizzazione del disciolto Partito Nazionale Fascista e apologia di reato - spiega l'avvocato - Le perquisizioni scattate questa mattina nelle case degli indagati hanno avuto tutte esito negativo. Assumo la difesa di tre tra gli indagati dei fatti del 10 gennaio scorso con la convinzione e la certezza dell'insussistenza e della fallacità del teorema accusatorio - ribadisce - che si pone al di fuori dei canoni minimi della ipotesi finanche indiziaria. Non consentiremo alla Procura romana di trasformare un mero saluto svoltosi in funzione privata e al termine di un funerale in una palestra di esercizio politico antigiuridico influenzato dal potere mediatico di criminalizzazione. E' ora che la politica ceda il passo al diritto”. Così conclude la nota l'avvocato Nicola Trisciuoglio

Continua a leggere