Roma-Lido: Picca (Lega), da Raggi a Gualtieri i romani sono passati dalla padella alla brace

(ASI) "La Roma-Lido è ormai un carro bestiame con i pendolari trattati come merce, stipati al freddo, in barba alle norme per il covid, costretti ad attese di almeno un ora per ogni passaggio.

È questa la fotografia desolante di una tratta che unisce il mare di Roma con il centro, trasformata dopo anni di annunci e prese in giro dal duo Zingaretti-Raggi in una farsa ora proseguita dal neo sindaco Gualtieri". A denunciarlo in una nota è Monica Picca, capogruppo della Lega in X Municipio. 

"Dopo Raggi, con Gualtieri i romani sono passati, come si dice, dalla padella alla brace, vittime di una politica che pensa a spartirsi le poltrone e che lascia la città nel degrado e nella sporcizia, con un trasporto pubblico da terzo mondo. Come Lega abbiamo chiesto più volte di trasformare la Roma Lido in una metropolitana leggera, con passaggi frequenti dei convogli e in cambio ci troviamo i soliti annunci da parte del Pd che oggi però non ha davvero più scusanti poiché comanda in Regione e in Campidoglio". 

"Ci appelliamo anche alla nuova amministrazione del Municipio X che non può continuare ad assistere in silenzio alle continue umiliazioni che subiscono i cittadini lidensi quotidianamente alle prese con i disservizi della Roma-Lido. E' finita la pazienza, bisogna agire per il bene comune e non continuare con le solite promesse elettorali puntualmente disattese non appena si prende la poltrona", conclude la Picca. 

Continua a leggere