(ASI) Roma -  "Innovazione e semplificazione ispirano le proposte di emendamento alla Legge di bilancio depositate in Senato dal MoVimento 5 Stelle. Sul Superbonus edilizia è indispensabile confermare come si deve una misura importante, che non può essere riaggiustata in continuazione generando incertezza tra gli operatori.

Nelle nostre proposte si prevede come base l'integrale estensione del Superbonus 110% sulle case unifamiliari a tutto il 2022, abolendo gli attuali riferimenti a tetti Isee e a date di ottenimento della Cila. La prospettiva deve però essere il 2023, e ci auguriamo che già a partire da inizio 2022 il Governo sappia valutare appieno l'importanza di guardare a quell'anno. Altra proposta emendativa del M5S, di grande innovazione, punta a introdurre un sistema di rimborso automatico su conto corrente di alcune spese detraibili, come quelle sanitarie, effettuate con strumenti elettronici. Infine sul reddito di cittadinanza vogliamo essere chiari: il miliardo in più stanziato non si tocca, lo strumento è fondamentale nel contrastare povertà e marginalità, come soltanto nell'ultimo mese hanno certificato Ocse, Comunità di Sant'Egidio e Save the Children". Lo comunica in una nota Gianmauro Dell'Olio, capogruppo M5S in Commissione bilancio del Senato.