(ASI) “La conferma del reddito di cittadinanza così come viene proposta non può essere votata. È uno spreco di Stato, è una politica sociale fallita, perché le persone che hanno bisogno di lavorare o sono povere vanno aiutate utilizzando in modo ben più saggio questi soldi.

La condizione minima comunque deve essere che chi prende il reddito di cittadinanza in cambio renda delle prestazioni di lavoro di pubblica utilità per un analogo valore. Se non ci sarà nemmeno questa condizione il voto a questo decreto da parte della gente saggia che c'è in parlamento il governo se lo può scordare”. Lo dichiara in una nota il senatore Maurizio Gasparri componente del Comitato di Presidenza di Forza Italia.