acefdi(ASI) Roma -  “Apprendiamo, con preoccupazione, le indiscrezioni di stampa inerenti a un possibile uso dei servizi segreti italiani, da parte di Giuseppe Conte, per reclutare in queste ore parlamentari al fine di trovare una soluzione positiva all’attuale crisi di governo. 
La smentita, di tali voci da parte del presidente del Consiglio, non è credibile. Domandiamo quindi la convocazione  di una riunione urgente del Copasir e al premier di cedere subito la delega, in suo possesso, relativa al controllo della nostra intelligence. Gli 007 non siano usati per rimanere attaccati alla poltrona”. Lo dichiara, in una nota, Adriano Crepaldi, presidente di Azione Cristiana Evangelica, associazione radicata in tutte le 20 regioni italiane, 35 province, in contatto con 6.007 chiese evangeliche e che collabora con Fratelli d’Italia, partito di Giorgia Meloni.