(ASI) Roma  - " Ancora una volta l'Europa dimostra tutta la sua siderale lontananza dalle istanze e dai temi che gli imprenditori del settore delle carni e le associazioni di categoria avanzano, chiedendo norme certe e a tutela della filiera.
Si chiedeva in concreto di approvare tutti quegli emendamenti che avrebbero proibito l'utilizzo improprio dei termini più comuni degli alimenti di carne, e invece il Parlamento non si è schierato, punendo la filiera dei nostri produttori, da anni alle prese con una concorrenza subdola e sleale. La Lega non si da però per vinta e lo dimostrerà nelle sedi opportune: stare al fianco dei nostri imprenditori e dei loro sacrifici è un compito che non ci spaventa e ci rafforza nel contrasto a decisioni inaudite e incomprensibili come questa". Così in una nota il senatore della Lega Gian Marco Centinaio, a commento della seduta odierna dell'europarlamento a Bruxelles.