×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113

“Le recenti disposizioni introdotte dal codice della strada per la guida delle minicar sono insufficienti.

Le microcar devono offrire standard di sicurezza analoghi a quelli delle utilitarie e dunque devono superare crash test e prove di stabilità adeguate, e non essere scatole di plastica senza airbag e abs, con il piantone delle sterzo tenuto da un unico bullone". Lo dichiarano i senatori del Pd Roberto Della Seta e Francesco Ferrante, in merito a quanto ha accertato finora l'inchiesta della procura di Roma sulla sicurezza delle micro-macchine.

“E’ gravissimo – continuano i senatori del Pd - che migliaia di guidatori, in particolare giovani e giovanissimi, utilizzino dei mezzi che sono, come ha certificato la procura di Roma, ‘notoriamente insicuri’, e che ciò avvenga con il sostanziale assenso del Ministero dei Trasporti, a cui da tempo abbiamo rivolto un’interrogazione parlamentare chiedendo l’introduzione di norme più stringenti, innanzitutto equiparando le minicar alle autovetture di piccole dimensioni in materia di sicurezza”.

“Continuare a considerare le microcar alla stregua dei motocicli è semplicemente l’alibi per giustificare i vantaggi di questa equiparazione, ovvero la guida senza patente, l’accesso ai centri storici e la possibilità di parcheggiare negli stalli delle moto, ma è una posizione scriteriata che non tutela minimamente i giovani’automobilisti’.” – concludono i senatori democratici.