Kim Yo-jong(ASI) La sorella del leader nordcoreano, Kim Jong-un, ha definito "idea ammirevole" la proposta lanciata dal presidente sudcoreano, Moon Jae-in nel discorso tenuto all’ Assemblea Generale delle Nazioni Unite, di dichiarare la fine formale della guerra di Corea.

Lo ha riportato l’ agenzia di stampa Kcna. Il conflitto è cessato di fatto nel 1953, ma senza un’ intesa. L’ esponente di Pyongyang ha dato la propria disponibilità, secondo la fonte,  a discutere in merito al miglioramento dei rapporti bilaterali se Seoul metterà la parte le ostile nei suoi confronti. Ha sottolineato che è fondamentale però  la creazione delle "giuste condizioni", eliminando in primis la "politica ostile inveterata e i doppi standard". Il viceministro degli Esteri della Nord Corea ha bollato tuttavia l’ iniziativa come “prematura”. Ha sostenuto infatti che “non c'è nessuna garanzia del fatto che la semplice dichiarazione, di fine della guerra, porti al ritiro delle politiche ostili” verso il Paese asiatico.

Marco Paganelli – Agenzia Stampa Italia