(ASI) “Il Vertice delle Nazioni Unite sui Sistemi Alimentari che si terrà giovedì 23 settembre rappresenta un’opportunità storica per guidare la ripresa dopo il dramma della pandemia e raggiungere tutti i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile entro il 2030.

I sistemi alimentari – la produzione, la distribuzione e il consumo dei prodotti alimentari – sono fondamentali per il raggiungimento di questi obiettivi e dunque vanno resi più sani, sostenibili ed equi. L’Unione europea ha fatto di questi obiettivi un principio guida delle sue politiche, ma l'eliminazione della fame entro il 2030 è al momento una chimera e la pandemia ha evidenziato le fragilità dei sistemi e accentuato le diseguaglianze. L’UE deve assumere la guida dell’obiettivo ‘Fame Zero’ e imporre una rapida transizione verso sistemi agroalimentari sostenibili come il Farm to Fork. L’Europa deve anche stimolare i paesi partner e i loro agricoltori, pescatori e produttori locali a sostenere pratiche sostenibili, favorendo solo accordi che premino benessere animale, stop ai pesticidi, rispetto dei diritti umani, lotta alla resistenza antimicrobica: dunque chiediamo di perseguire questi obiettivi tanto ambiziosi quanto necessari ad avere un futuro migliore”, così Dino Giarrusso, europarlamentare del Movimento 5 Stelle, in un intervento in plenaria.