(ASI) Roma, 10 mag - "La nuova ondata di sbarchi di migranti non va strumentalizzata a scopo di propaganda politica come fanno Salvini e Meloni. E' un fenomeno che, alimentato dalla crescente instabilità del Sahel e dalle buone condizioni del mare, è destinato a proseguire e per questo va gestito con obiettività e pragmatismo.

Innanzitutto riattivando gli accordi bilaterali di rimpatrio dei migranti economici, a partire da quello siglato con la Tunisia lo scorso anno e bloccato dal Covid. E poi pretendendo che l'Europa faccia la sua parte sulla redistribuzione dei richiedenti asilo con un meccanismo di ricollocamento automatico e obbligatorio basato sul definitivo superamento del Trattato di Dublino e del suo inaccettabile principio della responsabilità del Paese di primo approdo, perché chi sbarca a Lampedusa sbarca nell'Unione europea".
Lo dichiarano in una nota i senatori cinquestelle delle commissioni Esteri e Politiche europee di Palazzo Madama.