Economia

(ASI) Il Consiglio dei ministri ha approvato nella notte il decreto legge sulla revisione della spesa pubblica. Secondo quanto riportato dal governo, con gli interventi approvati, verrà registrato un risparmio statale pari a 4,5 miliardi per il 2012, 10,5 miliardi per il 2013 e di 11 per il 2014. Un decreto legge questo che, secondo Palazzo Chigi, non influenzerà in alcun modo i servizi forniti dalle pubbliche amministrazioni a favore dei cittadini e che bloccherà l'aumento dell'Iva di due punti per gli ultimi tre mesi del 2012 e per il primo semestre del 2013.

(ASI) Moneta unica, unione bancaria e unione fiscale: queste le tappe che l'Europa dovrà totalmente percorrere per uscire dalla crisi secondo il direttore genreale del Fmi, Cristine Lagarde.

(ASI) Secondo quanto riportato nell'ultima indagine dell'Istituto nazionale di statistica, nel primo trimestre del 2012 la propensione al risparmio delle famiglie consumatrici, misurata al netto della stagionalità, è stata pari al 9,2%, risultando invariata rispetto al trimestre precedente e in aumento (+0,4 punti percentuali) nei confronti del primo trimestre del 2011.

(ASI) Secondo quanto riportato nell'ultima indagine dell'Istituto nazionale di statistica, nel primo trimestre 2012 l'indebitamento netto delle Amministrazioni Pubbliche (AP) (dati grezzi) è stato pari all'8,0% del Prodotto interno lordo (Pil). Nel corrispondente trimestre dell'anno precedente era stato pari al 7,0%.Nel primo trimestre 2012 il saldo primario (indebitamento al netto degli interessi passivi) è risultato negativo e pari a 11.471 milioni di euro. L'incidenza sul Pil è stata del -3,0%.

(ASI) Ancora dati preoccupanti dall'Istituto nazionale di Statistica: secondo quanto diffuso nell'ultima indagine Istat a maggio 2012 gli occupati sono 23.034 mila, in aumento dello 0,3% rispetto ad aprile (60 mila unità), la crescita dell'occupazione riguarda sia gli uomini sia le donne.

(ASI) Una mail intercettata e sequestrata dal pm di Trani Michele Ruggiero incastra Standard & Poor's: l'agenzia di rating esprimeva sulle banche italiane giudizi negativi contrari alla realtà, così alterando la situazione finanziaria del nostro Paese.

(ASI) La crisi apre scenari di un'economia di guerra: a confermarlo è stato oggi il Centro studi di Confindustria. Secondo il Csc la recessione economica " ha provocato danni economici pari a quelli di un conflitto".

(ASI) Poco rassicuranti i dati rilasciati oggi dall'Istat, relativi alle stime provvisorie dei prezzi al consumo.

(ASI) Secondo l'ultima indagine dell'Istituto nazionale di statistica migliora la fiducia dei consumatori nelle imprese. L'indice composito fornito dall'Istat, ottenuto per aggregazione degli indici relativi alle imprese manifatturiere, delle costruzioni, dei servizi e del commercio al dettaglio, sale a 75,4 punti risultando sostanzialmente stabile rispetto al mese precedente (75,5).

(ASI) Economia - Il 65,15% delle imprese italiane del settore dell’Information and Communication Technology giudica scorretto il massimo ribasso nelle gare d’appalto, il criterio di aggiudicazione che si basa esclusivamente sul prezzo più basso offerto. Lo rivela l’indagine condotta da OIPA (Osservatorio su Imprese e Pubblica Amministrazione) nel mese di giugno attraverso la compilazione di un questionario sottoposto a 1706 imprese.

(ASI) Emilia Romagna - Lettere in Redazione. Forlì - Goldmann – Sachs è una banca nemica dell’Italia (ammesso che ci siano banche amiche di uno Stato…) perché negli ultimi anni ha speculato selvaggiamente sui nostri titoli pubblici di debito con l’obiettivo di farne crollare il valore di mercato (già i mercati,sempre i mercati finanziari…) ed obbligare in tal modo il Tesoro ad aumentare gli interessi sulle future emissioni di titoli, facendo saltare i piani finanziari dello Stato per i prossimi anni.

(ASI) Con la crisi gli italiani acquistano sempre di meno:è quanto emergerebbe nell'ultima indagine dell'Istituto nazionale di statistica. Infatti, secondo quanto riportato in una nota dall'Istat, ad aprile 2012 l'indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) ha segnato una diminuzione congiunturale dell'1,6%.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.