CartiaMililliContinella(ASI) Ragusa  – La Banca agricola popolare di Ragusa e ConfeserFidi, confidi 106 siciliano, rafforzano la loro partnership puntando sulle tecnologie fintech per favorire, semplificare e accelerare ulteriormente la concessione di credito alle imprese siciliane sin dall’inizio del 2021, anno nel quale le aziende saranno impegnate, da un lato, a cercare di recuperare le performance del 2020 e a gestire il contenimento degli effetti sociali della pandemia e, dall’altro lato, ad attrezzarsi per agganciare la ripresa, prevista a partire dal secondo trimestre.

La rapidità sarà il carattere fondamentale di ogni azione, perchè centrare i due obiettivi sarà un compito fondamentale per puntare ad una crescita del Pil siciliano che sia adeguata e superiore alle attuali stime: +0,7% per la Svimez, +2,9% secondo il Report Sicilia del Diste, +5% per il Servizio statistica della Regione, a fronte del +4,5% previsto per l’intero Paese.
Gli imprenditori dell’Isola, in proposito, saranno chiamati a declinare nel miglior modo possibile tutti i provvedimenti messi a disposizione dai governi nazionale e regionale e, nello stesso tempo, a investire su una necessaria diversificazione capace di conquistare nuove posizioni in un mercato che è mutato velocemente aprendo a una fortissima concorrenza soprattutto sul fronte dell’e-commerce e del delivery.
E su queste sfide le imprese troveranno al loro fianco la Banca agricola popolare di Ragusa, intensamente impegnata nell’innovazione digitale e nello sviluppo di soluzioni fintech, e ConfeserFidi, che degli investimenti in tecnologia dematerializzata ha fatto la propria mission. La nuova convenzione fra Bapr e ConfeserFidi, firmata dal D.g. della Banca, Saverio Continella, e dall’A.d. del Consorzio, Bartolo Mililli, alla presenza del Vicedirettore generale della Bapr, Gaetano Cartia, del direttore commerciale, Giovanni Scollo, e del responsabile dell’Ufficio Mercato Imprese, Emanuele Occhipinti, infatti, non solo offre tempi più rapidi e condizioni di credito assai vantaggiose ai soci di ConfeserFidi, ma rafforza anche la partnership esistente fra le due realtà e rappresenta l’occasione per avviare un percorso comune nel quale saranno messe a punto e lanciate durante il 2021 nuove iniziative innovative per meglio supportare le Pmi dell’Isola.
“La firma della convenzione con ConfeserFidi - dichiara Saverio Continella, D.g. della Bapr – è solo l’ultimo episodio di una collaborazione ultraventennale. Con il consorzio amministrato da Bartolo Mililli abbiamo lavorato e continueremo a lavorare non soltanto sul piano, potremmo dire tradizionale, dei finanziamenti e delle garanzie offerte dal consorzio, ma siamo passati adesso ad un livello successivo, con la collaborazione in apposite campagne commerciali a 360 gradi. Nel caso specifico – conclude Continella – siamo pronti a collaborare in merito alle nuove tecnologie, un tema al quale la Bapr presta particolare attenzione e sul quale punta molto”.
“Sarà un anno importante – aggiunge Bartolo Mililli, A.d. di ConfeserFidi - ed il sistema del credito dovrà farsi trovare pronto, cercando di offrire soluzioni finanziarie veloci e rispondenti alle reali necessità delle imprese. In uno scenario economico in continua evoluzione, ConfeserFidi vuole essere sempre più vicino alle imprese e per questo ha scelto di investire fortemente in soluzioni tecnologiche come piattaforme web, automatizzazione dei processi e dematerializzazione dei documenti, che consentono di velocizzare enormemente tutte le richieste di finanziamenti”.

 

 

 

 

*N.b.: nella foto, da sinistra: Gaetano Cartia, vice D.g. della Bapr; Bartolo Mililli, A.d. di Confeserfidi; Saverio Continella, D.g. della Bapr.