hodpitslitygarda copy(ASI) Riva del Garda (TN) - Dal 2 al 5 febbraio 2020, presso il quartiere fieristico di Riva del Garda, i professionisti del mondo dell'ospitalità e della ristorazione si incontrano per la kermesse Hospitality  - Il Salone dell'Accoglienza, la più grande e completa fiera italiana dedicata al settore.

In una location di 42.000 metri quadrati, suddivisa in 9 padiglioni con oltre 550 aziende selezionate tra le migliori eccellenze del settore, Hospitality offre uno sguardo completo sul mondo del turismo. Per questo, martedì, sarà presente il sottosegretario al Ministero per i Beni Culturali e per il Turismo, Lorenza Bonaccorsi, confermando l'importanza della manifestazione. Hospitality - Il Salone dell'Accoglienza, patrocinato da Federalberghi e Federturismo Confindustria, è sponsorizzato da Provincia Autonoma di Trento - Assessorato all'Artigianato, Commercio, Promozione, Sport e Trusimo; Casse Rurali Trentine e Cassa Rurale Alto Garda.

Le aree tematiche sono quattro: Contract & Wellness, Beverage, Food & Equipment, Renovation & Tech, inquadrate nell'ambito dell'Ho.Re.Ca (acronimo di Hotellerie-Restaurant-Café, ma la terza parola viene a volte identificata con Catering, o altre similari). Lo sguardo del visitatore potrà spaziare alla ricerca delle migliori soluzioni per il proprio business: alimentazione, arredi ed accessori per interni, attrezzature e prodotti per centri benessere e SPA, bevande, forniture industriali, tessili ed abbigliamento, grandi impianti, sistemi di telefonia ed informatica, prodotti e macchinari per la pulizia, serramenti, infissi, risparmio energetico. L'area food di questa edizione sarà incardinata in 1500 metri quadrati in più rispetto alle precedenti, per accogliere nuove tipologie di prodotti: fresco, pasti veloci, surgelati, gelateria, pasticceria, superfood. Nuovi percorsi tematici dedicati: Gluten e Lactose Free, Bio & Vegan, Halal, Kosher, per un incrocio mirato tra domanda e offerta. L'area beverage viene implementata con impianti e produzione/imbottigliamento della birra. Renovation & Tech e Contract & Wellness sono invece il leitmotiv della sostenibilità, digitalizzazione, risparmio ed efficienza. In particolar modo la sostenibilità, è il nuovo motore dell'attività di ospitalità, così come l'attenzione al benessere dei clienti e il design delle strutture ricettive. Per quest'ultimo v'è l'area dedicata al Contract & Wellness, ossia tre padiglioni che propongono idee contract, living, outdoor e wellness, all'insegna del Made in Italy e dei suoi preziosi dettagli.

On line è consultabile il catalogo degli espositori 2020, sul sito hosp-itality.it, in modo che il turista possa pianificare la meglio la propria visita, selezionando gli stand di interesse, di categoria o di provenienza geografica.

Per questa 44° edizione, Hospitality ha lanciato un nuovo brand, non solo grafico, ma anche nell'offerta, soprattutto formativa. Prosegue e si rafforza, l'idea di Hospitality Academy, piattaforma dedicata ai professionisti del settore Ho.Re.Ca., che potranno approfondire le tematiche più attuali per il proprio business. In particolar modo, quest'anno si focalizzerà sulla comunicazione online, sui socialnetwork, per attirare e fidelizzare gli ospiti. Hospitality Academy lancia #HAcademy, il nuovo strumento on line per consultare l'intera offerta formativa, dedicata ad ogni tematica presentata dai relatori dei corsi. Si tratta di un'App per ricerche metodologiche e mirate, stimolando il dialogo tra gli addetti ai lavori e non.

Valentino Quintana per Agenzia Stampa Italia