IMG 20210511 WA0011(ASI) Roma, – Si è svolta oggi a partire da mezzogiorno, presso la Sala alessandrina del Complesso Monumentale di S. Spirito, la presentazione della II edizione del Marettimo Italian Film Fest – We love the sea, in programma fra il 20 ed il 24 luglio prossimi nell’Isola di Marettimo, nell’arcipelago siciliano delle Egadi (Trapani)

 A curare l’organizzazione è l’associazione culturale SoleMar-Eventi, il cui direttivo è formato dalla Presidente Cettina Spataro, nativa dell’isola, che ha elaborato il format dell’evento e composto il team che ha dato vita al progetto finale; Vicepresidenti Giorgio Rusconi e Gabriella Carlucci che ha intrecciato la rete di partnership internazionali (in sintonia con i Festival cinematografici di Formentera, Palma di Maiorca, Minorca, Malta, Ortigia (Siracusa), Alghero, Trani, Malta e Montenegro), Beatrice Just e Toto Vento.

Hanno partecipato in presenza alla conferenza stampa: Nello Musumeci (Presidente Regione Siciliana), Manlio Messina (Assessore al Turismo della Regione Siciliana), il regista Pupi Avati (Direttore artistico), Francesco Forgione (Sindaco di Favignana), Alfonso Maria Dastis (Ambasciatore spagnolo in Italia), Gabriella Carlucci e Giorgio Rusconi (Vicepresidenti dell’associazione culturale SoleMar-Eventi, organizzatrice del Festival), Ion De La Riva (Consigliere per gli Affari Culturali dell'ambasciata di Spagna in Italia), Maurizio Gasparri (Senatore della Repubblica, grande amico e promotore dell’isola di Marettimo), Luciano Sovena (produttore cinematografico e Presidente ROMA/LAZIO Film Commission), Federica Luna Vincenti (produttrice cinematografica), Giuliana Gamba (regista del film “Burraco fatale”) e Claudio Noce (regista del film “Padrenostro”). Presente inoltre il noto influencer Denis Dosio, appassionato di musica e cinema. Proprio a settembre, infatti, debutterà con il suo primo film.

Sono intervenuti in collegamento: l’attore e regista Michele Placido, il regista di “Nour” Maurizio Zaccaro, il regista di “Mediterraneo” Gabriele Salvatores, l’attrice protagonista di “Burraco Fatale” Paola Minaccioni, l’attore protagonista di “Padrenostro” Mattia Garaci, il Direttore Corporate Communication e Media Relation Unipol Vittorio Verdone.

 

La direzione artistica del Festival è affidata a Pupi Avati: il regista, nel corso della conferenza stampa odierna, ha sottolineato l’importanza in Italia di stimolare in ogni modo la passione per il fare: “Io credo che il senso di un’iniziativa che riguarda il cinema italiano sia sempre accompagnare, seguire, candidarsi ad essere complici di chi ha immaginato questa cosa. Credo che in questo momento, - ha aggiunto il Direttore artistico del Marettimo Film Fest - nello stato del nostro Paese, tutto quello che incoraggia l’attività, il fare, sia assolutamente da accompagnare con una presenza non solo intellettuale, ma anche proprio fisica, personale. Siamo venuti qui per promuovere il cinema italiano, fra l’altro in una location fantastica, assolutamente meravigliosa. Tutto questo fa sì che io, - ha concluso Avati - alla luce di quello che sta accadendo, ritenga opportuno accompagnare questo Festival con il nostro applauso ”.

Gabriella Carlucci ha riassunto, con un suo invito personale, il senso del Marettimo Italian Film Fest: “Ci vediamo tutti quanti a Marettimo, dal 20 al 24 luglio, nella bellissima Sicilia. Un Festival molto interessante sul cinema italiano: porteremo il cinema dove il cinema non c’è. Marettimo è un’isola selvaggia, senza automobili, senza strade, con pochissime attività commerciali, però veramente molto molto bella, un mare meraviglioso. E poi, oltre al cinema e quindi ai lungometraggi, avremo dei fantastici documentari che ci ha selezionato il National Geographic, tutti naturalmente dedicati al mare.”

Ospite in presenza della conferenza stampa, il ventenne influencer Denis Dosio, seguito da circa un milione di follower sui suoi social, ha raccontato così la sua partecipazione al Festival: “Sono orgoglioso di essere qui come punto di incrocio fra i giovani ed il cinema. Il punto centrale per cui sono qui, il contributo che voglio dare a questo Festival, è portare un pubblico che normalmente non conosce questo ambiente, voglio trasmettere dei valori e degli insegnamenti, una cultura diversa da quella che siamo abituati ad avere.” Denis ha anche rimarcato l’importanza dei temi ambientali connessi al Festival, spiegando che non è mai “troppo ripetitivo” parlarne.

Il Marettimo Italian Film Fest unisce l’amore per il cinema italiano a quello per l’ambiente e, in particolare, per la tutela del mare. L’evento è patrocinato dal Mic, dalla Regione Siciliana, dall’Area Marina Protetta, dal Comune di Favignana e da Unipol Gruppo.


I documentari, i film ed i cortometraggi, che verranno proiettati durante il Festival, sono collegati dai temi del mare e della valorizzazione dell’ambiente marino. Nella programmazione sono incluse 9 produzioni fornite dal National Geographic.

Questi i film in concorso: “The Armstrongs”, docufilm di Arthur Neumeier, “Nour” di Maurizio Zaccaro, “L’uomo Delfino” di Richard Lowenstein, “Burraco Fatale” di Giuliana Gamba, “Padrenostro” di Claudio Noce, “L’uomo di Aran” di Robert Flaherty, “Mediterraneo” di Gabriele Salvatores.

Nel corso del Marettimo Italian Film Fest verrà proiettato inoltre il film “Lei mi parla ancora” (Regia di Pupi Avati), un doveroso omaggio al grande maestro del nostro cinema.

L’assegnazione del “Premio Stella Maris” rappresenterà il clou dell’evento cinematografico. La giuria tecnica è presieduta da Luciano Sovena, ed è composta da Michele Placido, Fabrizio Romano (attore), Nicoletta Romanoff (attrice), Federica Luna Vincenti e Gigi Marzullo (giornalista e conduttore tv). La serata della premiazione sarà condotta dall'attrice e conduttrice televisiva Giulia Arena, ex miss Italia 2013. Madrina della serata sarà Martina Sambucini, miss Italia 2020.

Nella seconda edizione del Festival ci sarà ancora più spazio per le tematiche ambientali, con la novità di “Ocean Summer School” (con il sostegno dell’assessorato alla Formazione e Istruzione della Regione Siciliana, organizzata dalla FAO e dal Future Food Institute) farà tappa a Marettimo dal 13 al 20 luglio. 50 giovani ragazze e ragazzi andranno a costituire un gruppo multidisciplinare di "thinkers" e di "doers", per essere promossi a “climate shapers": un percorso di formazione per affrontare al meglio le sfide del cambiamento climatico e dello sviluppo sostenibile.

IMG-20210511-WA0003.jpg IMG-20210511-WA0004.jpg IMG-20210511-WA0005.jpg

IMG-20210511-WA0006.jpg IMG-20210511-WA0007.jpg IMG-20210511-WA0008.jpg

IMG-20210511-WA0009.jpg IMG-20210511-WA0010.jpg IMG-20210511-WA0011.jpg