×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113

(ASI) Roma 15 Aprile -  Si è tenuto nella capitale un incontro di estrema importanza tra i vertici di Anas, Regione dell’Umbria e Regione Marche.

Al centro dell’attenzione sono state poste le recenti problematiche che impediscono il completamento della Perugia-Ancona, ovvero della tratta stradale che unirà l’Umbria alle Marche, futura arteria principale tra i due capoluoghi di regione.

Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria e Gian Mario Spacca, presidente della Regione Marche, hanno incontrato Pietro Ciucci, amministratore unico dell’Anas.

Nel corso della riunione sono emerse complicazioni riguardanti le aziende che si sono aggiudicate gli appalti, a tale proposito la Presidente Marini ha sollecitato un intervento immediato da parte dell’ANAS, chiedendole, ove necessario, di formulare anche soluzioni alternative che possano far riaprire i cantieri in tempi rapidi.

La governatrice dell’Umbria ha espresso forte interesse affinchè i lavori possano riprendere al più presto, con l’obiettivo di ultimarli nei tempi e nelle modalità previste.

Richiede, dunque, all’Anas di monitorare i punti nevralgici dell’intero tragitto.

Inoltre, la più alta carica istituzionale umbra ha richiamato l’attenzione circa l’importanza del completamento della tratta Pianello-Valfabbrica, di diretta competenza dell’Anas, la cui apertura è attesa per giugno del 2014.

Il dibattito si  è concluso con l’invito, di Catiuscia Marini, rivolto  all’amministratore Ciucci a recarsi di persona in Umbria, al fine di incontrare oltre alle istituzioni regionali  anche le forze economiche e sociali, nonché le organizzazioni sindacali per continuare il confronto.

Michele Topini-Agenzia Stampa Italia