Mauro Mazzoni 2(ASI) Rompe gli indugi e si candida al Consiglio Comunale di Roma con Forza Italia Mauro Mazzoni, uno degli avvocati più noti della Capitale, che annuncia la decisione di autosospendersi "dalla prestigiosa carica che ho ricoperto finora, quella di Vice Presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Roma, per non  confondere il mio percorso e l'impegno politico assunto con questa mia scelta con l'Istituzione Forense, che deve essere e restare imparziale e super partes".

Classe 1962, romano, patrocinante in Cassazione e presso le Magistrature superiori, docente in materie giuridiche, oltre che giudice federale d'appello della FIGC, Mauro Mazzoni è un avvocato molto conosciuto nella Città Eterna, grande esperto di diritto dello sport.

"Ai tanti amici e colleghi che mi hanno chiesto cosa mi ha spinto e, in sostanza, chi me lo ha fatto fare - spiega Mazzoni - dico che al primo posto viene l'amore per Roma e il dolore nel vederla così maltrattata, sentimenti maturati nel tempo e dai quali è nata inevitabilmente la voglia di rendermi utile per cercare di migliorare le cose. Non ci si può sempre e solo lamentare, senza mai sporcarsi le mani per fornire un concreto contributo".

Ma un contributo, precisa l'Avvocato Mazzoni, "che deve essere anche frutto dell'esperienza maturata nel proprio percorso di vita e professionale. Quante volte abbiamo visto dilettanti allo sbaraglio che si lanciano in politica per occupare una poltrona? Ecco, diciamo che nel mio caso una poltrona, assai, prestigiosa la lascio a cuor leggero, se questo servirà a dare una mano alla città che amo".

"Io mi impegno", lo slogan che fa da filo conduttore alla campagna elettorale di Mazzoni, che certo non dimentica l'amore per la professione, per quella toga che nella Capitale unisce 26 mila avvocati.

"Sono tanti i Colleghi che in questi anni sono stati rappresentati poco o nulla, e che invece tanto avrebbero avuto da dire per portare un miglioramento alla nostra città. Penso magari alla dissennata dislocazione degli uffici giudiziari, alla mancanza di infrastrutture di supporto, alla carenza cronica di parcheggi intorno ai tribunali. Tutti temi sui quali un'amministrazione comunale molto avrebbe potuto fare, e che nel nostro caso invece non ha mai fatto".

Sul tema vaccini infine, commentando l'intervista del Sindaco uscente Virginia Raggi, che ha spiegato di non essere vaccinata su indicazione del suo medico, "il rispetto che nutro per l'istituzione capitolina, con la quale come Consiglio dell'Ordine abbiamo anche collaborato, mi induce a non commentare le scelte di altri. Ritengo più utile parlare delle tante cose che ancora di devono fare per Roma ed occorrerà fare al più presto. Allo stesso tempo non mi sottraggo, anzi rivendico con forza le mie, di scelte: io sono vaccinato con due dosi".

L'autosospensione di Mauro Mazzoni dalla carica di Vice Presidente dell'Ordine Forense capitolino sarà formalizzata nella prima seduta utile del COA alla ripresa dell'attività dopo la pausa estiva.