(ASI) "Prosegue, incessante, l’azione di Codici per fare luce sui contagi e sui decessi nelle Rsa. Impegnata a fornire assistenza legale ai parenti degli ospiti di queste strutture, che restano tra le più bersagliate dalla pandemia, l’associazione continua anche a seguire vicende esplose nei mesi scorsi. È il caso del Pio Albergo Trivulzio di Milano.

 “Negli ultimi tempi – afferma Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – si è parlato delle vaccinazioni nella struttura, ma non bisogna dimenticare quanto avvenuto quasi un anno fa, quando si usò il termine di strage a causa dell’altissimo numero di morti. Una delle pagine buie di questa emergenza, su cui abbiamo presentato un esposto alla Procura e un’istanza di accesso agli atti rivolta all’azienda sanitaria”.

L’azione di monitoraggio e di assistenza dell’associazione Codici prosegue ancora oggi, perché purtroppo continuano a verificarsi situazioni gravi all’interno delle Rsa, con focolai e decessi praticamente in tutta Italia.

“L’invito che rivolgiamo e rinnoviamo ai parenti degli anziani ospiti di queste strutture – dichiara Giacomelli – è quello di segnalare situazioni poco chiare o, peggio ancora, a rischio. Ci riferiamo, in particolare, a casi di scarsa assistenza, di informazioni confuse o poco puntuali ai familiari sulle condizioni dei propri cari, anche alle visite negate. Ci sono dei protocolli da seguire e dei diritti da rispettare, e noi siamo impegnati a verificare che ciò avvenga, in maniera corretta e tempestiva”.

Per inviare una segnalazione a Codici oppure richiedere l’assistenza legale da parte dell’associazione è possibile scrivere all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Così in una nota l'Associazione Codici.