(ASI)  Momenti di tensione e lancio di oggetti dalle celle ai Miogni intervengono numerose pattuglie di Polizia di Stato e Carabinieri. Polizia Penitenziaria in tenuta antisommossa.

Rivolta dei detenuti nella serata di oggi all’interno del carcere varesino dei Miogni. A dichiararlo è il segretario generale del Sindacato Polizia Penitenziaria Aldo Di Giacomo: “Per cause ancora in fase di accertamento, forse in seguito a uno screzio tra un agente e un detenuto, è scoppiata una violenta protesta nel penitenziario di via Morandi. In base a quanto emerso finora, in attesa di conferme ufficiali, alcuni reclusi hanno divelto suppellettili e danneggiato estintori, lanciando oggetti giù dalle celle. Sul posto è stato chiesto l’intervento di rinforzi e sono arrivate diverse pattuglie della Polizia di Stato e dei carabinieri, oltre a diverse squadre della polizia penitenziaria da Milano. I detenuti sono stati riportati nelle celle e, alla fine, è tornata la calma. Ora sarebbero in corso valutazioni sulla posizione di alcuni detenuti che avrebbero innescato la rivolta ma soprattutto per capire le motivazioni che hanno portato alle proteste. Al momento non sembra che ci siano feriti gravi tra poliziotti e detenuti né tanto meno detenuti evasi” Così coclude la nota del segretario generale del Sindacato Polizia Penitenziaria, Aldo Di Giacomo.