(ASI) Il portavoce della compagnia ha comunicato che British Airways ha cancellato la quasi totalità dei suoi voli in Gran Bretagna a causa dello sciopero indetto dai suoi piloti.

L’annullamento delle tratte, costituite da circa 850 voli giornalieri nell’isola e coinvolge circa 10.000 passeggeri. L’astensione dal lavoro dei piloti è stata indetta dal sindacato Balpa, per lunedì 9 e martedì 10 settembre 2019, che ha preannunciato le braccia incrociate anche per il giorno 27 settembre prossimo venturo.

La categoria si batte per migliorare le condizioni economiche e quelle lavorative, essendo sottoposti ad attività logoranti dal punto di vista dello stress e della gestione delle responsabilità.

Si tratta del più grande sciopero nella storia dell’aviazione britannica e il primo per British Airways.

L’amministratore delegato Cruz ha chiesto la prosecuzione delle trattative per poter trovare un accordo nel più breve tempo possibile.

I piloti del sindacato Balpa hanno rifiutato un aumento dell’11,5%, che, secondo la Compagnia, porterebbe gli stipendi ai massimi del pianeta.

Ma, a quanto pare, a chi deve condurre un aereo a 10.000 metri di altezza, non è sembrato abbastanza.

 

Francesco Maiorca – Agenzia Stampa Italia