BATTUTO IL CILE 4-1 A SANTIAGO

 

(ASI) L’Italia di Tennis dopo un attesa lunga 11 anni ha conquistato la promozione nel Gruppo Mondiale 2012 della Coppa Davis addirittura con una giornata di anticipo. Il punto decisivo della sfida playoff lo hanno conquistato Simone Bolelli e Fabio Fognini che in doppio si sono imposti per 64 64 64, in due ore e ventidue minuti di gioco, su Jorge Aguilar e Nicolas Massu. Nei primi singolari di venerdì Potito Starace ha battuto per 63 63 26 76(5) Paul Capdeville (per «Poto» si è trattato del quindicesimo successo in maglia azzurra su sedici singolari disputati). Nel secondo incontro Fabio Fognini ha superato Fernando Gonzalez, ritiratosi per un infortunio alla coscia sinistra sul punteggio di 62 46 2-1 in favore dell'azzurro. Come già ribadito in precedenza erano undici anni che l’Italia, capace di conquistare la Coppa Davis nel 1976 ( ma anche altre sei finali, l’ultima nel 1998 persa a Milano contro la Svezia), mancava dal gruppo mondiale della Davis. Nel luglio del 2000 a Venezia fu il Belgio dei fratelli Christopher ed Olivier Rochus a spedire gli azzurri nel Gruppo I zona Europa-Africa, in pratica la serie B della Coppa. Per gli azzurri si è trattato del quinto successo in cinque sfide contro la squadra sudamericana. Al Cile è legato il ricordo più bello del tennis maschile azzurro: a Santiago, nel 1976, l'Italia di Panatta, Barazzutti, Bertolucci e Zugarelli, guidata da Nicola Pietrangeli, conquistò la sua prima ed unica Davis. Questa squadra ha ancora grandi margini di miglioramento. E’ un gruppo compatto, una squadra vera e può nei prossimi anni regalarci grande soddisfazioni. Questa formazione inoltre non deve guardare al sorteggio, deve solo crescere come gruppo e come gioco. E la Federazione sta già lavorando perché questi tennisti crescano giorno dopo giorno. Il Capitano non giocatore Corrado Barazzutti davanti ai microfoni: "Tutti abbiamo lavorato per raggiungere finalmente questo obiettivo. Sono felice perché l’Italia merita la A, i ragazzi hanno giocato con grande umiltà.

Mercoledì c’è il sorteggio del tabellone della Davis a Bangkok: si torna a giocare nell’elite del tennis mondiale".