intbnl1(ASI) Roma. Si prevede un altro tutto esaurito, i prezzi dei biglietti arrivano alle stelle, la passione per il tennis e per il contesto del Foro Italico di Roma rimane invariata. Tornano a maggio gli Internazionali d'Italia, il più importante evento sul territorio nazionale che coinvolge i campioni di tutto il mondo. Dal 6 al 19 maggio i riflettori saranno puntati sui campi in terra rossa dello storico contesto romano, per richiamare il pubblico mondiale ancora una volta.


L'11 aprile è stato il turno delle istituzioni, per presentare quella che sarà la 76esima edizione, quando la prevendita dei biglietti è aperta già da mesi. L'intervento più lungo lo ha tenuto la sindaca Virginia Raggi, che nutre tutti i migliori auspici per il prossimo appuntamento internazionale ospitato dalla sua città: «Portiamo il tennis ovunque, questa resta una vetrina unica per veder giocare i più grandi campioni, in un contesto speciale come Roma, un luogo amato da tutti i protagonisti del circuito. Quest'anno avremo anche due iniziative inclusive. Da una parte, nel VI Municipio un campo ad hoc sarà messo a disposizione dl Coni per permettere a tutti, soprattutto i più giovani, di praticare questa disciplina, incoraggiando magari la crescita di alcuni futuri campioni. Dall'altra parte il tennis in carrozzina, all'interno dello svolgimento degli stessi Internazionali. Una delle più importanti tappe della disciplina paralimpica a livello mondiale, arrivata quest'anno alla sua decima edizione». La sindaca infine riassume tutto con un discorso sull'«importanza di creare occasioni per parlare di uno sport che sappia integrare più realtà sociali, scopo originario di questa stessa attività umana».
Dopo Raggi sono intervenuti anche il presidente del Coni Giovanni Malagò e quello di Bnl Gruppo Bnp Paribas Luigi Abete. Il primo ha sottolineato quanto questo appuntamento all'interno del circuito professionistico sia importante per gli atleti, tanto da considerare Roma il quinto Slam del calendario: «Un torneo al quale tutti gli sportivi sono legati». Il secondo ha ribadito la partecipazione degli sponsor e quale indotto positivo si riesca a creare grazie a eventi di questo tipo: «Più che le novità dobbiamo sottolineare la continuità dei risultati positivi raccolti dagli Internazionali negli anni. Il presidente della Federazione Tennis Angelo Binaghi ci ha informato che quest'anno avremo 200mila spettatori paganti. Un exploit utile e simbolico che rilancia un intero movimento».
Fra le ultime notizie sembra che anche Roger Federer possa tornare quest'anno a giocarsi la conquista di uno dei pochissimi trofei che gli mancano. Malagò qui si sbilancia, quasi a dispetto di tutti gli altri campioni che giocheranno sulla terra rossa romana: «Un trionfo dello svizzero sarebbe per noi la ciliegina sulla torta», cosciente dell'impatto mediatico e di quello che rappresenta Roger per questo sport.
Lorenzo Nicolao - Agenzia Stampa Italia