IRLANDA - GALLES 10-22

(ASI) Secondo quarto di finale oggi e secondo derby europeo, stavolta ancora più sentito visto che a sfidarsi sono due britanniche, a scontrarsi l’Irlanda che ha eliminato l’Italia e ha vinto tutte le altre partite di qualificazione del girone Australia compresa, ed il Galles che nel suo girone ha perso di un solo punto solo contro il Sud Africa, mostrando il miglior rugby di questo mondiale. Pronti via ed il Galles mostra subito di che stoffa è fatto, marea rossa che aggredisce la difesa irlandese e dopo una serie di penetrazioni fulminee manda in meta l’indemoniato Shane Williams.

 L’Irlanda prova subito una reazione veemente con molto possesso di palla ed aggredendo la difesa gallese nei propri ventidue, ma i gallesi oggi placcano anche l’erba e respingono attacco dopo attacco l’Irlanda. Ci prova in continuazione l’Irlanda, ma il Galles non molla, tutt’altro si rende sempre pericoloso soprattutto con i grimaldelli Halfpenny e North, al quarto d’ora fa breccia l’Irlanda nella difesa gallese ma i difensori rossi bloccano il pallone a D’Arcy che in area di meta non riesce a schiacciare. Gioca alla grande l’Irlanda, la partita almeno inizialmente è bellissima entrambe le squadre si affrontano a viso aperto, ma la difesa gallese oggi ha una marcia in più, ed i primi tre punti irlandesi arrivano da un calcio di O’Gara a meta primo tempo. Il primo tempo continua a ritmi forsennati, e prima dell’intervallo un piazzato di Halfpenny ristabilisce le distanze nel punteggio. Il secondo tempo ricomincia in maniera molto tattica, tanti i calci di spostamento, da entrambi i lati, ma poi è l’Irlanda a prendere il pallino del gioco e mette sottopressione di nuovo la difesa gallese con una serie di attacchi furiosi, che culminano con una bellissima meta in tuffo dell’ala irlandese Keith Earls, dopo cinque minuti dieci pari e partita riaperta. Meta subita ed ennesima reazione del Galles che si ricompone e ricomincia a fare del male alla difesa verde. Al cinquantesimo minuto Mike Phillips il mediano di mischia gallese tira fuori dal cilindro una magia con la complicità della difesa irlandese che difende male sul lato chiuso, raccoglie palla in ruck e poi spicca letteralmente il volo che gli permette di realizzare la meta del dieci a quindici. L’Irlanda inizia ad accusare il peso dei ritmi giocati e concede spesso il vantaggio agli attacchi gallesi. Al sessantatreesimo minuto il Galles rompe e chiude la partita con un’altra bellissima meta stavolta con Jonathan Davies che approfitta di un errore di piazzamento di Keith Earls ancora un po’ scosso da una botta precedente e schiaccia in meta tagliando la difesa verde. Ci prova con molto orgoglio l’Irlanda ma stasera non ce n’è proprio, questo Galles è fortissimo e soprattutto molto composto in difesa, non concede più nulla all’Irlanda e conquista la sua seconda storica qualificazione ad una semifinale mondiale dopo quella della prima manifestazione iridata del 1987, dove troverà una rinata Francia che ha eliminato l’Inghilterra, si prospetta un’altra partita stellare.

        Sabato 8 ottobre, Wellington Regional Stadium, Wellington

Irlanda: 15 Robert Kearney, 14 Tommy Bowe, 13 Brian O'Driscoll (capt), 12 Gordon D'Arcy, 11 Keith Earls (71' Andrew Trimble), 10 Ronan O'Gara (60' Jonathan Sexton), 9 Conor Murray (60' Eoin Reddan), 8 Jamie Heaslip (75' Denis Leamy), 7 Sean O'Brien, 6 Stephen Ferris, 5 Paul O'Connell, 4 Donncha O'Callaghan, 3 Mike Ross, 2 Rory Best, 1 Cian Healy.

Galles: 15 Leigh Halfpenny, 14 George North, 13 Jonathan Davies, 12 Jamie Roberts, 11 Shane Williams, 10 Rhys Priestland, 9 Mike Phillips, 8 Toby Faletau, 7 Sam Warburton (c), 6 Dan Lydiate, 5 Alun-Wyn Jones, 4 Luke Charteris (40' Bradley Davies), 3 Adam Jones, 2 Huw Bennett, 1 Gethin Jenkins.

Arbitri: Craig Joubert; Wayne Barnes, Romain Poite; Giulio De Santis

Marcatori: 2'min META  S. Williams(GAL) Tr. Priestland(GAL), 24'min C.P. O'Gara(IRL), 28'min C.P. Halfpenny(GAL), 45'min META Earls(IRL) Tr. O'Gara(IRL), 51'min META Phillips(GAL), 63'min META Davies(GAL) Tr. Priestland(GAL).