Verso Londra 2012…
Baku (Azerbaijan) 22 settembre/10 ottobre 2011



La Nazionale Azzurra Elite è pronta per affrontare l’evento di qualificazione ai Giochi Olimpici di Londra 2012. Dopo la conquista del pass olimpico dell’azzurro Clemente Russo a tentare l’impresa saranno Alex Ferramosca, Vincenzo Picardi, Vittorio Parrinello, Domenico Valentino, Vincenzo Mangiacapre, Danilo Creati, Luca Podda, Simone Fiori e Roberto Cammarelle. Ad Assisi, casa del Pugilato, le presentazioni ufficiali della Squadra in presenza del Sindaco Claudio Ricci e del Presidente FPI Franco Falcinelli.

 

Dopo il lungo ed intenso periodo di allenamento presso il Centro Nazionale Federale di Santa Maria degli Angeli, la Nazionale Azzurra Elite è in partenza per Baku, sede della sedicesima edizione dei Campionati Mondiali Elite AIBA che, dopo il successo di Milano 2009, vedranno all’opera sul quadrato dello Sport & Exhibition Centre i migliori pugili Elite, di età compresa tra i 17 ed i 34 anni, provenienti da tutto il mondo che si affronteranno sulla distanza delle tre riprese da tre minuti ciascuna nelle dieci categorie di peso olimpiche (Kg. 46-49, 52, 56, 60, 64, 69, 75, 81, 91, +91).

L’evento, indetto dall’Intenational Boxing Association ed organizzato dalla Federazione Pugilistica Azerbaijana, dal 22 settembre al 10 ottobre promette di dare spettacolo con più di cento nazioni partecipanti che si contenderanno la zona podio. Si qualificheranno a Lorda 2012 i primi dieci atleti classificati delle categorie dei kg 46-49, 52, 56, 60, 64, 69, 75, 81 ed i primi sei delle categorie dei kg 91 e +91. come previsto dall’AIBA Technical & Competition Rules.

 

L’Italia sarà rappresentata da nove atleti che, guidati dal Team Manager Alberto Brasca, Vicepresidente della FPI, sotto la direzione del Direttore Tecnico delle Nazionali Francesco Damiani e dei tecnici federali Raffaele Bergamasco e Giulio Coletta, cercheranno di superare il primo ostacolo verso il sogno olimpico. Una nuova ed avvincente sfida per i campioni mondiali in carica Roberto Cammarelle (+91 Kg.), medaglia d’oro a Pechino 2008, e Domenico Valentino (60 Kg.), entrambi del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, che difenderanno il titolo rifacendosi delle due medaglie d’argento conquistate ad Ankara in occasione degli ultimi Campionati Europei Elite.

Obiettivo oro per l’abile bronzo olimpico ed europeo Vincenzo Picardi (52 Kg.), anche lui agente di polizia, ma non da meno per l’esperto Vittorio Jahyn Parrinello (54 Kg.), del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito, medaglia di bronzo agli ultimi Campionati Mondiali Militari. Motivati come non mai, in cerca dell’emozione del podio mondiale, i campioni italiani in carica Danilo Creati (Kg. 69), dell’ASD Pugilistica Di Giacomo, ed Alex Ferramosca (49 Kg.), del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito come il vicecampione italiano e bronzo europeo Vincenzo Mangiacapre (Kg. 64), ed i due campioni italiani del 2009 Luca Podda, anche lui caporalmaggiore, e Simone Fiori, delle Fiamme Oro.

A far parte del Team Azzurro saranno il medico delle Nazionali Maschili dott. Francesco Rondoni ed il fisioterapista dott. Fabio Morbidini.

Valigie pronte anche per il Presidente della FPI e Chairman della Commissione Tecnica e del Regolamento AIBA Franco Falcinelli che a Londra 2012 ricoprirà il prestigioso e storico ruolo di Delegato Tecnico AIBA.

 A due giorni dalla partenza oggi presso la Sala della Conciliazione del Palazzo Comunale di Assisi si sono svolte le presentazioni ufficiali della Squadra Azzurra Elite. Un filmato realizzato da Atleticom ha ricordato i successi degli Azzurri da Pechino 2008 alla conquista del pass olimpico da parte di Clemente Russo, campione delle WSB e primo azzurro a qualificarsi ai Giochi Olimpici di Londra 2012 a titolo individuale nei 91 Kg. A fare gli onori di casa, in attesa dell’arrivo del Sindaco di Assisi Claudio Ricci, impegnato nella conferenza stampa della Marcia della Pace, è stato l’Assessore allo Sport del Comune di Assisi Francesco Mignani che ha sottolineato quanto Assisi sostenga la Nazionale: “La presenza sul territorio degli atleti che vivono la città e fanno parte della città ha una valenza rassicurante per i nostri cittadini ed esprime un valore sociale molto importante attraverso un agonismo sportivo di massimo valore che si rispecchia anche nella vita e nella loro moralità”.

 

Una visione condivisa dal Presidente Falcinelli che ha ringraziato le autorità presenti tra cui i consiglieri federali Walter Borghino, intervenuto in qualità di Comandante del Reparto Agonistico del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito, Maria Moroni e Gianfranco Rosi, in partenza per Baku dove svolgerà su incarico dell’AIBA il ruolo di valutatore degli atleti nell’ambito del progetto legato al professionismo, il Presidente del Comitato Regionale Lazio FPI Flavio D’Ambrosi, nonché Vicepresidente del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, il Presidente del Comitato Regionale Umbria FPI Giampiero Panfili, il Maestro Nazzareno Mela, il revisore dei conti FPI Carlo De Angelis, il Segretario Generale FPI Alberto Tappa. Un ringraziamento speciale è stato indirizzato ai due manager ed organizzatori di Milano 2009 e delle WSB Milano Andrea Locatelli e Paolo Taveggia, due pesi massimi della comunicazione.

“In previsione dell’importanza di essere presenti alle Olimpiadi – ha commentato il Presidente Federale – ho molta fiducia sulla Nazionale Azzurra sapendo che a Baku sarà una battaglia vera e sin dall’inizio tutti vorranno arrivare tra i primi dieci qualificati. I nostri atleti sono molto preparati ma dovranno comunque dimostrare di essere all’altezza e di meritarsi la vittoria. Le istituzioni locali ci sostengono ed apprezzano il lavoro svolto in questi anni e per questo le ringrazio, anche della possibilità che il loro impegno aiuterà il pugilato a radicarsi ancora di più sul territorio”.

Tra i sostenitori del Pugilato c’è il Presidente del CONI Umbria Valentino Conti: “Puntiamo sugli atleti e siamo convinti che la ventennale presenza del Pugilato e della Federazione nella Regione sia un fatto storico ed importante e la consuetudine di partire dall’Umbria e da Assisi è indice di fortuna e porterà risultati”.

 Il padrone di casa, il Sindaco Claudio Ricci, raggiunto il tavolo dei lavori, ha preso la parola sottolineando tre punti fondamentali: “Primo ringrazio e saluto Falcinelli a cui dobbiamo molto sia come Presidente che come componente AIBA in quanto lo sforzo ed il lavoro in questi anni hanno mirato a rendere il pugilato uno sport aperto al pubblico, praticabile da tutti. Tutto ciò ha permesso di dare vita a progetti importanti come l’Accademia Europea Olimpica di Pugilato che sarà espressione di tecnica ma anche di valori sportivi. Secondo, step fondamentale è l’accrescimento del Centro Nazionale Federale che attraverso interventi di riqualificazione diventerà uno spazio per grandi eventi sportivi e culturali. Terzo siamo orgogliosi della Nazionale e dei giovani che ne fanno parte, esempio del senso più elevato della fatica. Bisogna essere in grado di creare valori ed il pugilato è un esperienza umana e sportiva che crea valori, i pugili cercano questi ideali e li proiettano verso il futuro”.

A portare il saluto della Regione Umbria è stato il Dirigente Sezione Sportiva Mauro Pianesi che ha messo in luce come ad Assisi lo spirito che guida la Marcia della Pace non è affatto in contrasto con il pugilato come potrebbe sembrare superficialmente ma attraverso il sacrificio esprimono entrambi il massimo valore. Un pensiero che il Presidente Falcinelli ha ribadito affermando che la boxe è il vero sport della riconciliazione in quanto dopo il confronto i due avversari si abbracciano.

 

Parole di conforto e di incoraggiamento per gli azzurri presentati dal CT Francesco Damiani che ne ha sottolineato le potenzialità: “Alex Ferramosca ha buona tecnica ed è in buona forma, ci deve credere; Vincenzo Picardi, ormai di casa ad Assisi, è in condizione ottimale però può dare ancora di più; Vittorio Parrinello ha cambiato categoria di peso con tanti sacrifici ma porterà a casa sicuramente dei risultati; Valentino Domenico, lo sanno tutti, quando ci crede è il più forte; avevo dubbi su Vincenzo Mangiacapre ma mi sono ricreduto perché sta dimostrando di essere un grande pugile con buona tecnica, serio e per questo darà il suo apporto; Luca Podda si è preparato intensamente e potrà raccogliere ottime soddisfazioni; Simone Fiori ha buone possibilità di riuscita; Roberto Cammarelle, è scontato dirlo, ma dovrà mantenere ciò che ha già conquistato, un’impresa non facile. Non vogliamo sconti a Baku e faremo tutto quello che dovremo fare. Non vogliamo che ci rubino o regalino nulla. Ci siamo sacrificati in questo periodo e per questo ci auguriamo lealtà e trasparenza in modo che gli atleti si guadagnino la vittoria. Clemente Russo deve essere di stimolo per tutti i suoi compagni”.

 

Riflettori accesi sugli Azzurri da parte di Sportitalia che oggi ha ufficializzato la trasmissione degli incontri dei Mondiali di Baku a partire dai Quarti di Finale.

 

 Info e risultati su www.fpi.it e www.aiba.org