BLOCK DEVILS CHAMPAGNE! DOMATA IN QUATTRO SET ISERNIA 
SIR SAFETY PERUGIA- CICCHETTI ISERNIA 3-1

Parziali:
25-8, 25-16, 22-25, 25-13 Durata Parziali: 20, 24, 30, 24. Tot.: 1h 38’



SIR SAFETY PERUGIA
: Bucaioni 1, Tamburo 19, Corsini 9, Tomassetti 8, Vujevic 11, Petric 17, Cesarini (libero), Belcecchi, Daldello, Bartoli, Zamagni 3. N.E.: Lattanzi, Fusaro (libero). All. Kovac, vice all. Fontana.

CICCHETTI ISERNIA: Olli 1, De Luca, Sesto 6, Cardona 11, Torcello 12, Fiore 8, Spampinato (libero), Simone, Della Corte 2, Mengozzi 1. N.E.: Poikela, De Caria (libero), Di Franco. All. Giannini, vice all. Sacchinelli.

LE CIFRE – PERUGIA:  12 b.s., 3 ace, 76% ric. pos., 41% ric. prf., 49% att., 15 muri. ISERNIA: 11 b.s., 0 ace, 60% ric. pos., 39% ric. prf., 30% att., 9 muri.


PERUGIA ­– Brinda finalmente in casa la Sir Safety Perugia che supera in quattro set la Cicchetti Isernia incamerando tre importanti punti in ottica classifica. Prestazione complessivamente molto positiva dei Block Devils del presidente Sirci che nei set portati a casa hanno sciorinato un gioco spettacolare e molto fluido, mettendo in mostra un super Tamburo in attacco, best scorer della sfida con 19 palloni vincenti e Man of the Match. Ottimo anche l’apporto del gioco al centro, con Corsini e Tomassetti spesso a segno ben serviti da Bucaioni. Solito apporto di sostanza dei serbi Petric e Vujevic (il capitano ha esaltato il folto pubblico del Pala Evangelisti con colpi raffinati del suo immenso repertorio) e solita presenza di Cesarini in seconda linea. Neo della gara il terzo parziale nel quale i bianconeri hanno calato sensibilmente il loro livello di attenzione nei fondamentali non riuscendo poi nel tardivo tentativo di recupero. Tutto lavoro per coach Kovac che però sa di poter contare su un gruppo importante e completo. Anche stasera infatti buono l’apporto della panchina con citazione di merito per il centrale Zamagni, entrato nelle fasi finali dell’incontro e capace di esprimersi al meglio tanto in attacco quanto a muro. Quanto a Isernia, il sestetto degli ex Giannini e Sacchinelli ha faticato notevolmente nella fluidità del gioco offensivo, riuscendo solo parzialmente a risollevarsi con l’innesto del secondo regista Simone. Buona la prestazione del centrale Cardona. Con sette punti nel proprio bagaglio, i Block Devils si apprestano ora a vivere una settimana molto importante che culminerà nel match di domenica prossima in quel di Segrate. Si gioca in anticipo televisivo alle ore 16.00 su Sportitalia.


LA CRONACA
Sestetto consueto per la Sir, nelle file di Isernia c’è Sesto a far coppia con Cardona in posto tre in luogo di Max Di Franco. Subito partenza a razzo dei Block Devils. Muro e contrattacco girano a dovere e Giannini deve subito fermare il gioco (4-0). Isernia non riesce a contenere la furia offensiva di Tamburo ed al primo timeout tecnico i padroni di casa conducono 8-2. Tomassetti a muro ferma prima Fiore e nell’azione successiva Torcello per il 12-2 Perugia. Gli ospiti faticano a trovare continuità in attacco ed alla seconda pausa obbligatoria il punteggio dice 16-4 Sir. Una super difesa di Cesarini propizia il 18-5 firmato Tamburo con Giannini che mischia le carte inserendo Simone e Della Corte. La ricezione bianconera rasenta la perfezione consentendo a Bucaioni di orchestrare con successo il gioco al centro (21-7). Proprio Tomassetti mette a terra un primo tempo con Tamburo che chiude il punto successivo mandando le squadre al cambio di campo (25-8). Alla ripresa del gioco esce meglio stavolta Isernia con Fiore che piazza due muri vincenti (0-2). Gap subito recuperato dalla Sir con una “doppietta” di “Drago” Petric (2-2). Nuovo allungo pentro (3-6) con i Block Devils un po’ fallosi. Un muro di Corsini avvicina i padroni di casa (7-8) e nell’azione successiva l’errore in attacco di De Luca confeziona la nuova parità. Tomassetti chiude in attacco e poi a muro dando ai suoi tre lunghezze di vantaggio (15-12). Petric si fa valere sia al servizio che in attacco (20-14). La dea bendata aiuta Bucaioni per l’ace del 22-15. Corsini è immarcabile al centro (24-16). Arriva da Petric il muro che chiude la seconda frazione (25-16). Il terzo parziale vede Isernia con Simone in cabina di regia in luogo di Olli. Sul 5-4 Sir gli ospiti piazzano un break di quattro punti propiziato dal servizio di Cardona (5-8). La Cicchetti aumenta il vantaggio ben orchestrata dal nuovo palleggiatore, mentre i Block Devils non riescono più a trovare il bandolo della matassa (9-16). Il tentativo di rimonta di Perugia, propiziato dal servizio, si ferma fino al 21-22. Ci pensano Cardona e Torcello a portare l’incontro al quarto set (22-25). I bianconeri si scuotono in avvio di parziale (8-5). Tamburo riprende a martellare da par suo, ben servito da Bucaioni e coadiuvato da Petric (12-6). Una magia di capitan Vujevic, prima difesa ad una mano poi tocco di fino in pipe, manda le squadre in panchina (16-7). Kovac opta per il doppio cambio inserendo Daldello in regia e Bartoli opposto. Sul 20-10 spazio anche per Zamagni in luogo di Corsini ed il centrale nativo di Bellaria va subito a segno in attacco e due volte a muro (24-13). Chiude un ace di Goran Vujevic (25-13).