(ASI) Non è   “un apocalisse”, ma non è nemmeno   “rose e fiori”.   L’Italia esce dal modiale , come è giusto che sia , ma esce in malo modo . Il pianto di Buffon al termine della gara sintetizza il momento , ma è anche figlio di responsabilità ben precise .

Intanto si poteva evitare .. Lo stesso collega della Rai poteva evitare . Non è stato un grande spettacolo veder piangere il glorioso capitano .   Forse era meglio mandare l’addetto stampa a parlare . Il più grande portiere della storia del calcio non puo’ uscire dalla Nazionale in questo modo .

Si fa passare un’immagine sbagliata ,   l’eroe è invincibile e il mito non puo sopravvivere in lacrime . I bambini, si identificano con “il vincitore” , per le lacrime e le sconfitte gli basterà vivere la vita...

Dicevo che non sono rose e fiori sia per il movimento calcio che per lo sport italiano   .

Inutile negarlo, si tratta di “una grande scoppola”, sul piano dell’immagine internazionale, ma soprattutto sotto l’aspetto economico.

Anche all’Italia, come Nazione,   avrebbe “fatto comodo” aggrapparsi a qualcosa di vincente, che potesse rinfocolare la speranza per un futuro che alla fin fine non è cosi’ brutto come ci appare in questo momento ..

.   Per quanto riguarda la partita c’è poco da dire .

Passa la Svezia , perchè si è dimostrata più squadra , con un calcio se vogliamo anche scolastico , ma certamente efficace .

Tanta forza atletica, tanta corsa , tanta determinazione e soprattutto unità di intenti, mutuo soccorso , gruppo, squadra   .

Un’Italia, senza un’identità tattica ben precisa, che si è aggrappata a qualche individualità, poche per la verita quelle in campo, qualcuna, forse la migliore, in panchina .

Se si pensa, che i due migliori talenti del momemto, Insigne e Bernardeschi, in pratica non hanno trovato posto in questo doppio confronto con la Svezia, allora si puo’ capire quanta improvvisazione e inefficenza c’è stata nell’affrontare l’impegno ...

Ora credo che sia giusto che i responsabili, dal presidente federale all’allenatore si facciano da parte   .

Per carità niente processi ne decapitazioni, ma serve resettare , spegnere il pc e ricominciare.—

Il cielo è sempre più blu, anzi è sempre più azzurro…

Dino Pompili - Agenzia Stampa Italia

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2016 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.