LogoLivorno(ASI) Dopo aver finalmente invertito il trend negativo con la vittoria interno contro il Padova, il Perugia è atteso alla trasferta di Livorno, nel posticipo dell’undicesima giornata del campionato cadetto.

I biancorossi vogliono dar seguito a quanto di buono mostrato nelle ultime apparizioni, in questo senso Nesta sembra voler confermare la formazione di martedì.
Gli amaranto allenati da Cristiano Lucarelli invece, condividono l’ultimo posto in graduatoria con il Carpi e sono reduci dalla sconfitta per 3-1 sul campo della Salernitana.
Lucarelli sembra orientato a confermare il 3-5-2 e almeno 8 undicesimi della formazione scesa in campo all’Arechi.

A presidio dei pali c’è il 34enne Luca Mazzoni, una carriera in amaranto spezzata dalle brevi esperienze di Arezzo, Padova e Ternana. Il dodicesimo è invece una vecchia conoscenza dell’ambiente biancorosso, il ceco Lukas Zima.

Per quanto riguarda il terzetto difensivo, destinati a partire dall’inizio paiono il veterano Dario Dainelli, calsse ’79 con un lunghissimo trascorso in serie A con la maglia del Chievo, il 24enne Di Gennaro (abile nel gioco aereo ma piuttosto statico) e Andrea Gasbarro, chiamato a sostituire lo squalificato Gonnella.

Sull’out di destra agisce un altro ex di turno, Nicolò Fazzi, abile in fase di spinta non impeccabile nella propria metà campo, mentre dall’altra parte Lucarelli sembra orientato a schierare Antonio Porcino, più volto alla copertura rispetto a Fazzi.
Le chiavi del centrocampo sono affidate al 38enne Francesco Valiani, incursore ex Bologna e Modena tra le altre, al cui fianco deovrebbe agire il giovane Michele Rocca, si proprietà della Sampdoria.

Dietro le punte agisce Alessandro Diamanti, che dopo la breve parentesi in biancorosso ha scelto di tornare in toscana.

Il tandem offensivo sarà con ogni probabilità formato da montenegrino ex Vicenza Filip Raicevic, abile nel gioco aereo e piuttosto insidioso dentro l’area e dal brasiliano Maurino, 23enne seconda punta rapida e piuttosto abile a svariare tra le linee.

 

Alessandro Antoniacci-Agenzia Stampa Italia