Intervista esclusiva con S.E Saqer Nasser Al Raisi, ambasciatore emiratino in Italia

Calcio Serie A

serie a 2017 18 ecco il pallone invernale (ASI) Ora comincia il difficile per le due duellanti che guidano la classifica- Riprende sia la Champions che l’Europa League e il gioco si fa veramente duro -

9BB27ABE 527D 4954 B627 BFD009B5B9CB copy(ASI) - Ferrara. Quarta vittoria nelle ultime cinque partite in campionato per i rossoneri che battono la Spal 4-0. Doppietta di Cutrone e reti di Biglia, che si sblocca, e Borini. La prestazione di Cutrone dovrebbe aver tolto qualche dubbio a Gattuso su quale sia l’attaccante da schierare.

PioliAllegri copy copy(ASI) Firenze. Nonostante il risultato negativo, Stefano Pioli applaude la sua squadra: "Il nostro obiettivo è quello di porre delle basi per il futuro. Dobbiamo ripartire da questo tipo di prestazione. I valori della mia squadra sono buoni. Abbiamo concesso poco ad un avversario forte come la Juve, noi invece in qualche occasione siamo stati sfortunati. In una gara così gli episodi potevano cambiare l’esito della sfida, lo ha fatto anche il rigore che c’era. Solo così possiamo essere competitivi. Il campionato non finisce oggi. Sul gol di Bernardeschi potevamo fare meglio. La gara poteva cambiare anche per le nostre qualità. Se avessimo avuto più fortuna sul palo di Gil Dias...Perché raccogliamo poco nelle grandi sfide nonostante giochiamo bene? Per dettagli, ci serve un po’ di attenzione in più. Dobbiamo ulteriormente alzare il nostro livello. Proprio per questo siamo qui a parlare di un 2-0, ci vuole più attenzione, cura e precisione nei particolari”.

FiorentinaJuventus2 copy(ASI) FIRENZE - Lì, in quella porta dove Baggio si rifiutò di tirare un calcio di rigore, Federico Bernardeschi “fa la festa” alla sua ex squadra. E’ sua la punizione che dopo quasi un quarto d’ora di gioco gela il Franchi, silenziato definitivamente nel finale da Higuain. Oltre al non troppo amato ex, eufemismo, il popolo fiorentino recrimina anche per un rigore concesso prima e negato poi da Guida e dal Var per un presunto fuorigioco di Benassi che rende vano il cross da cui scaturisce il penalty.

FiorentinaJuve1 copy(ASI) Ad aprire la 24esima giornata di serie A un anticipo che potrebbe lasciare il segno, quello tra Fiorentina e Juventus.
I bianconeri giungono allo stadio Franchi senza gli infortunati Dybala, Matuidi, Howedes e Cuadrado.

buffon1(ASI) Szczesny e Buffon, o se preferite Buffon e Szczesny, rischiava di diventare il tormentone della prossima estate . Come sapete Buffon sta decidendo se smettere di giocare quest’anno oppure continuare ancora per un anno.

Spalletti copy copy(ASI) Spalletti non avrebbe mai immaginato, dopo il boom iniziale, che l’avventura in nerazzurro potesse prendere un orientamento differente. Una pareggite acuta,- da debellare quanto prima,- ha complicato la corsa verso la qualificazione alla prossima Champions League. I giochi non sono fatti ed il traguardo rimane ampiamente alla portata dei nerazzurri, purché il ruolino di marcia torni ad essere quello di inizio stagione.

JuveSassuolo copy(ASI) È tutto pronto per Juve-Sassuolo. Si accendono i riflettori sul match valevole per la 23esima giornata di Serie A.
Si parte! Squadre schierate con il 4-3-3.

udinesevsmilan(ASI) Udine -  Il Milan si rovina la festa da solo. Dopo aver battuto in campionato la Lazio e reduce dallo 0-0 in Coppa Italia sempre contro Inzaghi, la squadra di Gattuso a Udine conquista soltanto un punto. Una perla di Suso trascina in vantaggio il Milan, poi un errore di Donnarumma azzera tutto e chiude sull’1-1. I rossoneri iniziano con il piede giusto, ottenendo la prima palla gol della giornata. Abate da destra mette in mezzo per Bonaventura che non riesce ad aprire le marcature, poi al 9’ il Milan rompe il ghiaccio grazie a una perla di Suso. L’Udinese reagisce e sfiora il pareggio con Lasagna che, servito da Jankto, anticipa di testa Calabria senza prendere bene le misure della porta avversaria. Al 23’ ospiti pericolosi con Andre’ Silva che non raddoppia per poco. Nel finale del primo tempo è ancora Lasagna il protagonista: prima conclude sul primo palo, poi sfrutta un errore di Bonucci e stacca di testa ma non riacciuffa i rossoneri. Nel corso della ripresa il Milan sfiora il bis: il solito Suso sfodera un sinistro che termina sul fondo, Bonaventura e Andre’ Silva non agganciano la palla e sciupano la possibilità di allungare ulteriormente il passo. L’Udinese non molla e mette alla prova Donnarumma che si salva prima da Jankto e poi da Maxi Lopez. Ma al 75’ si complica la vita: tiro di Lasagna, deviato da Bonucci e poi da Donnarumma che sigla così uno sfortunato autogol. Per i rossoneri, in inferiorità numerica per via dell’espulsione di Calabria, è tutto da rifare. Lo sa bene Kalinic che sfiora di testa il gol della vittoria. Tra Gattuso e Oddo, vecchi amici, finisce così.                                                                                                                                                                                                                                           Il tabellino                                                                                                                                                                                                                                                                                           UDINESE-MILAN 1-1 (primo tempo 0-1) UDINESE (3-4-2-1): Bizzarri; Nuytinck, Danilo, Zampano; Larsen, Barak, Behrami (dal 28' s.t. Balic), Pezzella (dal 19' s.t. Widmer); Jankto, De Paul (dal 22' s.t. Maxi Lopez); Lasagna. (Scuffet, Borsellini, Angella, Fofana, Pontisso, Haldfredsson, Perica). All. Oddo. MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Abate, Bonucci, Romagnoli, Calabria; Kessie, Biglia, Bonaventura (dal 26' s.t. Antonelli); Suso, André Silva (dal 27' s.t. Kalinic), Calhanoglu (dal 33' s.t. Borini). (A. Donnarumma, Guarnone, Zapata, Musacchio, Bellanova, Montolivo, Mauri, Locatelli, Cutrone). All. Gattuso.                                                                                                                                                                                                                                                                                ARBITRO: Manganiello di Pinerolo. MARCATORI: Suso (M) al 9' p.t.; Donnarumma (M) autogol al 31' s.t. NOTE: espulso Calabria (M) per somma di ammonizioni; ammoniti Larsen (U), Danilo (U) per gioco scorretto.
Angelica Cardoni - Agenzia Stampa Italia

MilanLazio copy(ASI) - Milano. Il Milan - che ha battuto Inzaghi in campionato - non si ripete in Coppa Italia, la Lazio non si riscatta dal ko di domenica scorsa. Così, la semifinale di andata di Coppa Italia a San Siro finisce 0-0.

MilanLazio(ASI) - Milano. Quella vittoria tanto attesa contro una squadra grande è arrivata. Il Milan batte la Lazio, centrando il terzo successo consecutivo e riportando il sorriso a San Siro dopo un periodo nero. Gattuso ci ha messo del suo: il Milan ha giocato da squadra, dominando e portando a casa quei tre punti che valgono molto di più di semplici calcoli matematici.

chievo juve(ASI) Tre punti pesanti. Pesantissimi. E pazienza se come contro il Genoa è mancato lo spettacolo.
Ad Allegri interessa vincere. Il resto sono “chiacchiere” come ha specificato ieri alla vigilia della partita.

Pagina 7 di 86

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2018 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.