(ASI) E' bastato un calcio di rigore sbagliato di pochi centimetri da Rocchi per scatenare il putiferio.......Addirittura anche il sito ufficiale dell'Inter e' sceso in campo per stigmatizzare il comportamento dell'uomo in giacchetta nera -

E pensare che Rocchi, prima dell'inizio della partita veniva considerato (e' considerato) uno dei migliori 15 arbitri internazionali..............E' vero l'errore c'e' stato - Il fallo di Obi e' iniziato pochi centimetri prima dell'ingresso nell'area di rigore interista, ed e' terminato, il fallo, abbondantenmente dentro l'area - A velocita' normale, tutti, non solo Rocchi, hanno gridato al rigore - Dopo, solo la moviola e' stata capace di mostrare , c.ca un palmo di una mano, che il fallo era iniziato prima - Errore veniale di Rocchi, (anche se ha inciso sul risultato) che ha poi applicato semplicemente il regolamento con il cartellino giallo ad Obi e conseguente espulsione per doppia ammonizione - La cultura sportiva italiana, si sa, latita o meglio dire ce n'e' pochissima................ha ragione Arrigo Sacchi che spesso ce lo ricorda in TV - Il grande Arrigo, che di calcio ne mastica a sufficienza, ci ricorda spesso anche un'altra questione, che le partite ( anche se a volte sono gli episodi a deciderle) si vincono con il gioco, con l'organizzazione di squadra, con il ritmo e con la corsa - Tutte qualita' queste, che sono mancate all'Inter nel secondo tempo, quando la squadra di Ranieri, e' vero priva di Obi, non e' praticamente esistita al cospetto di un Napoli padrone del campo, che ad un certo punto, si e' anche " accontentato" di vincere solo per tre a zero - L'Inter del TRIPLETE non c'e' piu' - E' rimasta solo nel ricordo dei tifosi nerazzurri ...che credono che la squadra non vinca piu' perche' manca lo Special One - Io credo invece che quella squadra' non la vedremo piu'..............per due semplici motivi: - primo perche' la formazione milanese e' sazia di successi, e quando si e' vinto tanto e' molto difficile ritrovare quella fame agonistica, indispensabile, per ottenere certe vittorie - Secondo, perche' la squadra di Ranieri, viaggia mediamente sopra la trentina (anagraficamente parlando) e anche se la vita, anche quella agonistica, si e' allungata, comincia a diventare stagionata, in relazione ai grandi traguardi e alle grandi affermazioni - E poi non parliamo della cessione di Etoo, dell'allontanamento di Lele Oriali, e via dicendo...........L'Inter resta una squadra forte, ancora di buon livello, ma per tornare in cima al tetto del mondo, bisognera' per forza RIFONDARE - A Moratti l'ardua sentenza....................

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2019 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.