(ASI) E’ amore. E tutti benedicono quest’unione, che ha visto Conte e Signora nella romantica Siena, vincere, convincendo, sciorinando bel gioco.

E’ mancata concretezza e l’unico che visto gonfiarsi la rete è stato Matri, ispirato da un colpo di classe di Vucinic. Il Siena era ben disposto, prova è che in due partite ha incassato solo un goal, non segnandone però nessuno. Conte ha risfoderato il made in Italy e ha messo come stranieri solo Lichsteiner e Vucinic e ha lasciato in panchina lo scontento Krasic e l’ancora da provare Elia.

Nella ripresa sono entrati Del Piero, che ha cercato di ispirare i suoi compagni e Vidal, ancora attivo in fase offensiva, ma non ha centrato bene la porta. Nella fortezza senese continua, dunque, l’idillio e dopo lo scoop di metà estate che ha visto la coppia del 2011 Pellegrini-Magnini in gita romantica, un’altra coppia si prende la scena: Conte e la Vecchia Signora.

Certo è un amore diverso, d’altri tempi, ma che infiamma il popolo, seppur prima di consumare il rapporto ci vuole molto tempo, perché si sa la Vecchia Signora è una donna d’altri tempi, diversa dalla giovane e impetuosa Pellegrini e, pertanto, vuole essere conquistata giorno per giorno, punto per punto…