Intervista esclusiva con S.E Saqer Nasser Al Raisi, ambasciatore emiratino in Italia

FiorentinaJuve1 copy(ASI) Ad aprire la 24esima giornata di serie A un anticipo che potrebbe lasciare il segno, quello tra Fiorentina e Juventus.
I bianconeri giungono allo stadio Franchi senza gli infortunati Dybala, Matuidi, Howedes e Cuadrado.


Il tecnico Pioli opta per il 3-5-2 con la coppia d'attacco formata da Gil Dias e Simeone. Allegri propone il 4-3-3 inserendo Bernardeschi dal primo minuto e Lichtsteiner e Alex Sandro nel ruolo di terzini.
Si parte! La Juve parte subito aggressiva di fronte a una Fiorentina attendista che preferisce rimanere coperta.
Ritmi blandi e squadre molto equilibrate nei primi minuti.
Diciassette minuti sul cronometro. Partita tattica fino a qui. Nessuna delle due formazioni vuole rischiare.
Al 19' il direttore di gara assegna il rigore ai Viola per un tocco di braccio di Chiellini su cross da destra di Benassi.
Dopo un'iniziale conferma da parte del VAR, Guida viene richiamato. Sarà solo punizione per i bianconeri per precedente fuorigioco di Benassi.
Trenta minuti sul cronometro. Possesso dei Viola e Juve troppo statica che fatica a dare dinamicità al gioco e a organizzare le ripartenze.
Al 38' bella azione della Fiorentina con Chiesa che va a servire Gil Dias lanciandolo verso la porta avversaria. Conclusione secca dell'attaccante Viola che colpisce in pieno il secondo palo dopo una leggera deviazione di Buffon!! Brivido per i bianconeri.
Si scaldano gli animi sul finire del primo tempo. Scintille fra Milenkovic e Higuain, ma Guida lascia correre.
Terminano così i primi quarantacinque minuti di un match intenso ed equilibrato, se pur povero di occasioni.
Si riparte!
Al 47' la Fiorentina si rende pericolosa con un colpo di testa di Melenkovic che spedisce di poco fuori.
Al 52' ancora un'occasione per i padroni di casa con Veretout che va alla conclusione con il mancino senza trovare lo specchio della porta.
Al 56' arriva la prima rete del match. Gol importantissimo dell'ex della serata. Risponde così Federico Bernardeschi alla cascata di fischi del Franchi. Prima si guadagna una ghiotta punizione dal limite e poi spedisce nell'angolino. Nulla da fare per Sportiello! 1 a 0 Juveeee. Rete pesantissima dell'attesissimo ex!
I Viola cercano la reazione ma la Juve chiude bene gli spazi non concedendo niente agli avversari.
Al 68' si fa vedere Higuain con un destro potente che termina di poco fuori.
70 minuti sul cronometro. Paratissima di Buffon che arriva in uscita sicura sulla conclusione velenosa di Thereau.
Bianconeri in possesso palla e Fiorentina che tenta il tutto per tutto.
Al 75' ancora un'occasione per i Viola con Badelj che calcia da buona posizione ma trova la deviazione involontaria di Benassi.
Dieci alla fine.
La Juve cerca di guadagnare secondi preziosi mandando a vuoto gli avversari e facendo girare palla.
È in questo clima che arriva la seconda rete del match. La firma è quella inconfondibile del Pipita. È Chiellini a innescare Higuain che, con l'interno piede, da posizione ravvicinata, non perdona. 2 a 0 Juve e porta inviolata del portierone bianconero.
Ultimi minuti del match. Riaffiora l'orgoglio viola che, con grande dignità e determinazione, va alla disperata ricerca del gol.
Sullo scadere del tempo di recupero è Federico Chiesa a guadagnare una punizione interessante creando l'ultima occasione del match. Conclusione che colpisce la barriera e spegne le speranze dei Viola.
Termina qui. La Juve conquista una vittoria importante lanciando un segnale chiaro al Napoli, impegnato domani nel Big match contro la Lazio.

Maria Vera Valastro- Agenzia Stampa Italia

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2018 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.