(ASI) Fanno cilecca le grandi: Milan e Lazio si annullano sullo zero a zero, la Roma non va oltre il pareggio con il Brescia, cade inspiegabilmente in casa del Chievo, la Juve è in caduta libera e affonda con il Palermo, persino l’incredibile Udinese si ferma sull’uno a uno con il Bologna. L’unica che tiene la scia e mangia punti è l’Inter che stende ormai il Bari per 3 a 0 e va in goal con il ritrovato Snejider, i neoacquisti Kharja e Pazzini, che fa il suo terzo goal in due giornate. Il Pazzo infiamma i tifosi che si ritrovano a meno 7, con una partita in meno da recuperare. In zona salvezza pareggiano Cesena e Catania e il Cagliari supera la smembrata Sampdoria. Colpo grosso del Lecce a Parma, dove la cosidetta juve bis di Giovinco, Palladino, Candreva, Mirante e del neo arrivato Amauri delude le aspettative e così l’italo-brasiliano che continua il suo momento negativo. In sostanza chi se la ride è l’Inter che prosegue il suo inseguimento e domenica c’è il derby d’Italia, con il fantasma della Juve, che dovrà affrontare il tanto corteggiato Pazzini, che però si è sposato e attualmente è in luna di miele con la sua Inter. Sarà Matri a far risorgere la Juve, così da poter liberare l’urlo del goal che contro il Palermo gli è rimasto in gola? O gli arbitri faranno loro la partita?

Daniele Corvi- Agenzia Stampa Italia