(ASI) Ieri alle 19 si è concluso il cosidetto mercatodi riparazione e sul finale i colpi non sono mancati. Comunque alla fine le grandi sono cresciute e in particolar modo le grandissime Inter e Milan regine del campionato e del mercato.

Il Napoli si consolida come terza forza. La decaduta Juve alla fine arrabatta qualcosa per sopperire a Quagliarella, ma è stato più fumo che arrosto e i problemi in difesa rimangono. Le piccole si indeboliscono e in zona salvezza è una sfida tra deluse del mercato. L’unica eccezione è il Parma, che con il figliol prodigo dal goal Amauri potrebbe aver azzeccato una grande scomessa, facendo contento gli juventini che non lo potevano vedere.

MILAN: Ha coperto il reparto difensivo con l’acquisto dell’esperto e ancora valido Van Bommel e della riserva Legrottaglie, che può tornare sempre utile, in caso di assenza di Nesta e Thiago Silva. Il gioiello è sicuramente Cassano, che già sta conquistando tifosi e il compagno di reparto Ibraimovich. Buono l’acquisto dell’estreno dell’Ajax, da tenere in osservazione Djaic. Voto 9.

INTER: Ha coperto ogni reparto con un ottimo acquisto. Il promettentissimo Ranocchia in difesa, Kharja a centrocampo e il già idolo Pazzini. Valido lo scambio con il Cesena tra il richiestissimo neo campione d’Asia, Nagatomo e un Santon in cerca di riscatto. Ma il gran colpo è sicuramente Leonardo che ha rivitalizzato tutto l’ambiente. Voto 9.

NAPOLI: Ruiz in difesa e il talentuoso Mascara davanti, due validi rinforzi per una squadra spumeggiante. Voto 8.

ROMA: Elimina Cicinho e Batista, ma non prende nessuno. Ciò è dipeso dalle traversie societarie, ma se gli uomini di Ranieri tengono questo ritmo, la Champion è più che garantita e se va in porto la nuova acquisizione tempi d’ora si prospettano per i giallorossi. Voto 5.

JUVENTUS: Visto i disastri corre ai ripari e si salva sul finale. Fino alla conclusione Barzagli e Toni, subito ai box, non è che convincessero tanto, ma mandare Amauri a Parma, insieme alla colonia juventina (Giovinco, Palladino, Mirante) e l’arrivo del promettente e pronto per la consacrazione Matri hanno parzialmente soddisfatto. Certo non si è fatto nulla sulle fasce, dove uno scalpitante Drenthe attendeva di arrivarre. Voto 6.

FIORENTINA: Via Felipe e Cristiano Zanetti, sfuma Barreto alle visite mediche, non si risolve il caso spinoso Mutu. Questa Fiorentina non convince né sul campo, né fuori. Beharami potrebbe la scommessa vincente. Voto: 5.

PARMA: Amauri potrebbe dare lo sprint per la salvezza e finora l’entusiasmo dei tifosi, paga questo prestito gratuito. Voto 7.

LAZIO: La squadra c’è e Sculli è sicuramente un buon rinforzo. Voto 7.

GENOA: Floro Flores e Paloschi, via Toni, si rinforza l’attacco, ma siamo ben lontano dai bei tempi del grande Milito. La perdita di Kharja si farà sentire. Si evita il dramma della cessione di Criscito. Voto 5.

SAMPDORIA: Via due campioni come Cassano e Pazzini, sostituiti da Macheda, che deve ancora farsi e Maccarone, che non convince molto. Mala tempora currunt per i doriani e la schiacciante sconfitta con il Napoli lo testimonia. Voto 4.

UDINESE: con un calcio così bello, la miglior strategia era non vendere. Va bene così. Voto 7.

PALERMO: Paolucci, giramondo italiano, è una promessa, ma per ora non si sta mantendo. Gli attaccanti a Palermo ci sono, ma forse il vecchio Maccarone, poteva essere più incisivo. Voto 5.

CATANIA: deve salvarsi e vende Mascara, sa molto di condanna e rinuncia. Schelotto si farà comunque valere. Voto 5.

BRESCIA: Iachini e l’esperienza di Crisrtiano Zanetti provano a dare la scossa, ma per ora non convince. Voto 5.

CESENA: Nagatomo non si poteva trattenere più, ma Santon potrebbe rigenerarsi in Romagna e Felipe in difesa consolidano la difesa. Manca l’attacco e perdere Schelotto potrebbe creare problemi. Voto 5.

BOLOGNA: con tutto quello che sta passando, penalizzazioni comprese, non si può non apprezzare. E’ già un successo aver trattenuto Viviano, Britos e Di Vaio. Voto 6.

CHIEVO: piccolo miracolo di provincia, ha i suoi buoni giocatori e viaggia tranquilla per la sua salvezza. Voto 6.

CAGLIARI: La vittoria di Bari ha messo la squadra sulla barca della salvezza e per questo il suo leader Matri ha deciso di andare a perorare la missione Juventus, ma a Cagliari, si sentirà la sua mancanza. Acquistati a titolo definitivo Ariaudo e Acquafresca Voto 5.

LECCE: Bergougnoux se ne è andato, ma visto i risulati è meglio così, certo si dovrà lottare. Voto 5.

BARI: la situazione è quasi disperata, tenere Barreto potrebbe dare qualche change. Voto 6.

 


Daniele Corvi - Agenzia Stampa Italia

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2019 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.